Applicazione 140530122439
NUOVA GUERRA 2 Settembre Set 2014 1156 02 settembre 2014

Apple e Google a caccia di maghetti delle app

I due giganti rivedono le loro politiche per attrarre giovanissimi geni della tecnologia.

  • ...

Apple e Google sono a caccia di giovani sviluppatori di app.

Apple e Google avrebbero trovato un nuovo motivo di rivalità: dare la caccia ai giovanissimi talenti. Si tratta di baby prodigi del software in grado di creare applicazioni per i dispositivi mobili dei due giganti della tecnologia. Big G ha pagato gli sviluppatori di app più di 5 miliardi di dollari lo scorso anno, mentre Apple ne ha pagati 10 nello stesso arco di tempo, portando a 20 miliardi il totale sborsato da quando ha lanciato l'app store nel 2008.
NUOVE POLITICHE. Per attrarre i più giovani, anche moltissimi minorenni, Apple e Google hanno rivisto di recente le proprie politiche per la partecipazione alle conferenze annuali degli sviluppatori. La Mela nel 2012 ha abbassato l'età minima per partecipare alla conferenza da 18 a 13 anni, offrendo ai giovani la possibilità di ottenere una borsa di studio di 1.600 dollari, il costo di iscrizione alla conferenza. Google ha invece avviato un suo programma per i giovani, ospitando durante la sua ultima conferenza 200 giovanissimi fra gli 11 e i 15 anni per una mezza giornata, per introdurli agli strumenti di base usati dagli sviluppatori.

Correlati

Potresti esserti perso