HI-TECH 10 Settembre Set 2014 1052 10 settembre 2014

Apple Watch, 11 cose da sapere sull'orologio della Mela

Elegante. Preciso. Progettato per monitorare salute e fitness.

  • ...

Il primo smartwatch griffato Apple è stato presentato a Cupertino martedì 9 settembre. Il mercato dei wereable, i dispositivi elettronici indossabili, è in rapida espansione e promette di essere la nuova frontiera che i colossi del settore si apprestano a conquistare, competendo fra loro per riuscirci. L'Apple Watch è destinato a essere venduto a partire dai primi mesi del 2015, al prezzo iniziale di 349 dollari (270 euro) negli Stati Uniti (guarda le foto).
Ecco 11 cose da sapere sull'orologio mostrato in anteprima da Tim Cook e accolto in California da una standing ovation, segnalate da Vox.

  • Il video ufficiale di presentazione dell'Apple Watch.

1. Pensato come un prodotto di alta moda

Al Flint Center for Performing Arts, per la presentazione del suo orologio, Apple ha invitato un nutrito gruppo di fashion blogger. E non è un caso.
Perché, come molti altri prodotti della Mela, è stato pensato per essere non solo funzionale, ma gradevole dal punto di vista dell'aspetto esteriore.
Tim Cook stesso ha detto che la sua azienda ha investito molto nella ricerca di un design particolare, e i filmati proiettati a Cupertino hanno svelato il nuovo prodotto come fosse un capo d'alta moda, in diverse pose e angolazioni. Una scelta comunicativa deliberata, concepita con cura.
PER NAVIGARE SI USA LA CORONA. L'eleganza cui l'Apple Watch aspira, però, è anche una questione di software: Cupertino ha infatti creato un'interfaccia che consente di usare l'orologio senza dover necessariamente toccare il touchscreen con le dita, un'operazione che viste le dimensioni del quadrante potrebbe risultare poco disinvolta. La soluzione sta nella corona, che è il vero strumento innovativo di navigazione dello smartwatch: per zoomare, ad esempio, oppure per scorrere verso l'alto e verso il basso.

2. Tre versioni disponibili

L'Apple Watch è disponibile in tre diverse versioni: classica, gold (a base di oro 18k) e sport (fatta per essere «leggera e resistente»). Mentre sono due le dimensioni che il quadrante dovrebbe avere, 1,5 e 1,65 pollici. Dettagli simili a quelli che differenziano gli orologi normali, non smart.
CINTURINI PER SBIZZARRIRSI. La gamma di cinturini disponinbili è poi davvero vasta: l'orologio della Mela potrà così cambiare aspetto di frequente, passare da sportivo a elegante e viceversa. Potrà contare anche su innumerevoli sfondi, che lo renderanno personalizzabile in maniera virtualmente illimitata.

3. Per usarlo bisogna avere un iPhone 5 o 6

Come molti altri orologi smart, l'Apple Watch funziona solo in coppia con uno smartphone. Nel caso dell'azienda di Cupertino, esclusivamente in coppia con un iPhone. Tuttavia, non sarà necessario dotarsi dell'ultimo modello, l'iPhone 6: è previsto che l'orologio possa essere usato anche con i modelli della serie 5 (iPhone 5, 5C e 5S).

4. Si possono inviare immagini

Con l'Apple Watch sarà possibile, tra le altre cose, trasmettere il tracciato del proprio battito cardiaco e condividerlo con un altro utente.
Il nuovo sistema touch digitale permetterà anche di disegnare piccole immagini da inviare agli amici: ne è stata data dimostrazione a Cupertino, quando Kevin Lynch, vicepresidente dell'azienda, ha inviato il disegno di un pesce a un amico per chiedergli se volesse mangiare del sushi per pranzo.
WALKIE-TALKIE ED EMOTICON ESCLUSIVE. L'orologio è anche walkie-talkie, consente cioè di comunicare verbalmente con un altro portatore dello stesso dispositivo. Dulcis in fundo, le emoticon: l'Apple Watch ne ha una collezione appositamente dedicata.

5. Ci dà informazioni sulla nostra salute

Apple ha presentato il suo smartwatch come un «comprehensive health and fitness device», un dispositivo dedicato alla salute e alla forma fisica. Non misurerà soltanto i passi e il battito cardiaco, ma anche la quantità di calorie bruciate, l'attività muscolare compiuta nel corso di tutta la giornata e tutti i riposini che ci si è concessi.
È ANCHE UN PERSONAL TRAINER. L'Apple Watch è progettato anche per suggerire a chi lo indossa obiettivi di fitness, sulla base delle informazioni raccolte. Il tutto in combinazione con app specifiche per il fitness da comandare attraverso l'iPhone, al fine di tenere traccia di tutti i progressi fatti dalla propria forma fisica a lungo termine.

6. È uno strumento di pagamento

Tutte le funzionalità di Apple Pay che Cupertino ha presentato sono disponibili anche su iWatch. Così, anziché toccare lo smartphone per pagare la spesa, sarà possibile toccare soltanto il polso.

7. Ci dice dove abbiamo parcheggiato

Grazie alla collaborazione di Apple con altre aziende, l'orologio intelligente sarà in grado di mostrare gli aggiornamenti di Facebook o indicare dove abbiamo parcheggiato l'automobile, se questa fosse una Bmw. La catena Starwood Hotels ha lavorato poi per creare un'app che permetterà all'orologio di sbloccare le porte delle camere dei suoi alberghi.

8. Si carica con un magnete

Per ricaricare l'Apple Watch è sufficiente usare un magnete, perché la batteria è a induzione. L'operazione potrà essere effettuata collegando un cavo alla parte posteriore del corpo dell'orologio.
DUBBI SULLA DURATA DELLA BATTERIA. Nulla però è stato rivelato sulla durata della batteria, uno dei grandi problemi per il mercato degli smartwatch.
I concorrenti sono agguerriti: all'inizio del 2015 Sony dovrebbe lanciare lo SmartWatch 3, che ha un'autonomia di due giorni con una sola ricarica.
Mentre il Moto 360 di Motorola è stato criticato aspramente, per la durata considerata troppo breve della sua batteria: 24 ore.

9. Comunica con chi lo porta tramite vibrazioni

Il sistema di notifiche tramite vibrazioni implementato dall'Apple Watch può essere considerato una sorta di nuovo codice Morse.
L'orologio userà il tatto per comunicare con il suo portatore: un certo tipo di vibrazione, per esempio, consentirà di sapere che è il momento di girare a sinistra, un altro di girare a destra. E così via.

10. Si può controllare attraverso la voce

Grazie alla presenza di Siri, l'assistente vocale già disponibile su alcuni iPhone, l'Apple Watch potrà essere controllato in maniera analoga attraverso le parole. Per attivare Siri, sarà sufficiente spingere la corona dell'orologio.

11. Preciso entro un margine di 50 millisecondi

In aggiunta a tutte le altre funzioni ad alta tecnologia, il sistema di cronometraggio dell'Apple Watch rappresenta di per sé un notevole progresso. E Tim Cook non ha mancato di sottolinearlo davanti al suo pubblico: l'orologio della Mela sarà preciso entro un margine di 50 millisecondi, una misura assolutamente accurata dello scorrere del tempo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso