Orsa Daniza 140911101000
ACCOGLIENZA 18 Settembre Set 2014 1143 18 settembre 2014

Daniza: Cortina verso l'adozione dei due cuccioli

Il Comune: «Prima bisogna verificare la fattibilità, è un'operazione mai fatta prima».

  • ...

L'orsa Daniza ritratta nei boschi del Trentino (foto di Claudio Groff, archivio servizio foreste e fauna della provincia autonoma di Trento).

L'amministrazione comunale di Cortina d'Ampezzo è disponibile ad accogliere nel suo territorio i due cuccioli di orso, orfani di Daniza, uccisa in Trentino.
L'invito ad adottare gli orsetti era stato formulato dal Partito ambientalista europeo (Pae).
OPERAZIONE MAI FATTA PRIMA. «Abbiamo inviato una nota alcuni giorni fa e il Comune ci ha risposto dandoci la massima disponibilità ad accogliere gli animali e a inserirsi nel suo territorio», ha spiegato Enrico Rizzi, segretario nazionale del Pae, «ora dobbiamo capire se l'operazione è fattibile. Ci hanno chiesto delucidazioni, perché un'operazione del genere non è mai stata fatta prima». «L'amministrazione garantirà un luogo circoscritto e protetto con videosorveglianza», ha precisato Stefano Fuccelli, presidente Pae - e si farà carico di tutte le spese di sostentamento, sia alimentare, sia sanitario, per tutto il periodo necessario allo svezzamento».
Il Pae è deciso ad opporsi all'affidamento dei cuccioli al Corpo forestale dello Stato, deciso dalla magistratura. «È stata disposta l'autopsia di Daniza», ha confermato Rizzi, «da eseguire in una struttura esterna al Trentino, a Grosseto. Noi impugneremo l'affidamento dei cuccioli agli agenti della Forestale, perché non sono attrezzati. È importante toglierli da lì e portarli in una zona sicura, seguiti da esperti: per questo sono in contatto con il presidente del Parco nazionale d'Abruzzo, per acquisire le professionalità necessarie».
Nei giorni scorsi il sindaco sospeso di Cortina, Andrea Franceschi, aveva postato in Facebook un messaggio invitando i turisti a scegliere la località ampezzana perchè non vi vengono uccisi gli orsi.
Il 18 settembre il suo vice Enrico Pompanin ha confermato «la disponibilità di massima, ma prima bisogna verificare fattibilità», alla richiesta formulata dal Partito ambientalista.
OSPITALITÀ PER ALCUNI MESI. «Il Comune, rispondendo alla richiesta del Pae», ha chiarito, «si è detto disponibile a ospitare per 6-8 mesi gli orsetti rimasti orfani dopo l'accidentale morte dell'orsa Daniza, ma prima deve verificare se l'opzione è percorribile».
In relazione ad una immissione nel territorio ampezzano il vicesindaco ha poi aggiunto: «Noi avevamo avanzato l'ipotesi di accoglierli fino a crescita avvenuta - ha puntualizzato - specificando ci venisse spiegato se gli orsetti potevano essere accolti in un'area recintata».
«Se l'unica possibilità fosse rimetterli in libertà, la nostra posizione sarebbe da rivedere perchà dovremmo tenere conto, tra le altre considerazioni, dei regolamenti del Parco delle Dolomiti d'Ampezzo. In ogni caso», ha concluso Pompanin, «il requisito fondamentale è il benestare della Provincia Autonoma di Trento. Per quanto riguarda le spese per mantenimento e personale, prima che impegnarci a sostenerle, abbiamo semplicemente chiesto a quanto sommassero annualmente. Rimane, perciò, la disponibilità di massima. Qualsiasi decisione, però, è subordinata alla verifica di condizioni e requisiti che abbiamo semplicemente iniziato a esplorare».

Correlati

Potresti esserti perso