Cybercrime 141002123217
SICUREZZA IN RETE 2 Ottobre Ott 2014 1230 02 ottobre 2014

Allarme Cybercrime: nel 2014 è il 60% degli attacchi sul Web

Solo un anno fa erano il 36%. Settore governativo, servizi cloud e social network i bersagli preferiti secondo il rapporto Clusit 2014.

  • ...

Per il rapporto Clusit 2014 il Cybercrime rappresenta il 60% degli attacchi sul Web.

Gli attacchi informatici «gravi di pubblico dominio», sono in preoccupante aumento. Sia in termini di quantità sia in termini di valore economico dei dati sottratti. Tra i fenomeni più significativi emersi nei primi sei mesi del 2014 c'è il costante aumento del cybercrime, che rappresenta ormai il 60% degli attacchi su Web (la percentuale era al 36% nel 2011). A farne le spese sono stati soprattutto il settore governativo (26%), i servizi cloud e i social network (12%). Il dato è stato rilevato dal rapporto Clusit 2014 sulla sicurezza informatica, che ha delineato una situazione preoccupante a livello globale.
GRUPPI ANTAGONISTI. Oltre al cybercrime, tra i fenomeni più significativi c'è la crescita del fenomeno dell'hacktivism (29%), cioè «gruppi antagonisti di varia natura che realizzano attività di disturbo sul web», sempre più di estrazione non occidentale.

Correlati

Potresti esserti perso