Uffizi 141020141309
TECNOLOGIA 20 Ottobre Ott 2014 1411 20 ottobre 2014

Uffizi, codici qr per scoprire le sculture

Un nuovo progetto consente di vedere le parti dorate ormai nascoste nel marmo.

  • ...

La galleria degli Uffizi utilizza i codici qr.

La tecnologia dei codici qr entra nella Galleria degli Uffizi, per permettere ai visitatori di scoprire elementi nascosti in alcune fra le sculture più famose del mondo. Perché una volta alcune opere in marmo d'epoca romana, oggi accolte del museo fiorentino, presentavano parti dorate: la Venere dei Medici della Tribuna aveva i capelli d'oro, così come le ali degli amorini del Rilievo dei troni o come l'egida della Minerva o gli spallacci del busto di Adriano nel primo corridoio del museo. Ora è possibile vederle in tutto il loro splendore grazie al nuovo percorso di visita multimediale dal titolo Gold Unveiled, attivato Dipartimento di antichità classiche.
PROGETTATO DA DUE ITALIANI. Il progetto è stato promosso dall'American institute of archeology di Chicago e messo a punto da Cristiana Barandoni, archeologa esperta in comunicazione e didattica dell'antico, e da Fabrizio Paolucci, direttore del Dipartimento di antichità classiche degli Uffizi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso