Asteroide 130204184802
ASTRONOMIA 27 Ottobre Ott 2014 1736 27 ottobre 2014

Spazio, l'asteroide 2014 UF56 sfiora la Terra

Alle 22,00 del 27 ottobre il momento della minima distanza del corpo celeste dal nostro pianeta.

  • ...

Un asteroide.

Il 27 ottobre è atteso il passaggio ravvicinato dell'asteroide 2014 UF56.
Il corpo celeste è pronto a transitare a 160 mila chilometri dalla Terra, meno della metà della distanza della Luna che si trova a 384.400 chilometri.
«NON C'È PERICOLO». «Sarà un passaggio di tutta sicurezza, senza pericoli di impatto con il nostro pianeta» ha sottolineato l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual telescope e curatore scientifico del Planetario di Roma.
L'esperto ha poi aggiunto «sarà una spettacolare circostanza per osservare il rapidissimo movimento di questo oggetto celeste tra le stelle».
L'astrofisico ha ricordato che l'asteroide viaggia alla velocità relativa alla Terra di 12 chilometri al secondo e per questo motivo sembra muoversi velocissimo tra le stelle, spostandosi di mezzo grado (il diametro angolare della Luna) ogni due minuti.
L'osservazione è possibile solo con i grandi telescopi, con strumenti più piccoli, a partire dai 20 centimetri di diametro, ma si può tentare anche l'avvistamento fotografico.
2014 UF56, del diametro di circa 14 metri, dovrebbe raggiungere la minima distanza dalla Terra alle 22.20 ora italiana, però a quel punto sarebbe già sotto l'orizzonte, Masi ha specificato: «faremo in tempo a cogliere il rapido avvicinamento alla Terra poco prima che l'asteroide tramonti».
DIRETTA SUL CANALE 'SCIENZA E TECNICA'. Per seguire lo straordinario fenomeno è in programma una diretta sul canale Scienza e tecnica in collaborazione con il Virtual telescope a partire dalle ore 20.
A seguire, alle ore 21 è previsto il live del dibattito C'era una volta il Cielo Stellato: inquinamento luminoso e risparmio energetico.
Nel corso dell'evento sono attesi gli interventi di Mario di Sora, presidente dell'Unione astrofili italiani (Uai) e dell'International dark-sky association (Italian section), e di Fabio Falchi, presidente dell'associazione CieloBuio.
«Sarà introdotto», ha spiegato Masi, «il problema dell'inquinamento luminoso ai non addetti ai lavori, illustrando le molteplici sue conseguenze e presentando le semplici soluzioni con cui, da cittadini, dovremmo fronteggiarlo».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso