Maratona 141030132032
LO STUDIO 30 Ottobre Ott 2014 1319 30 ottobre 2014

La matematica amica dei maratoneti

Un sistema di equazioni differenziali aiuta a stabilire la strategia di corsa ideale.

  • ...

I maratoneti possono farsi aiutare da un modello di equazioni matematiche.

Non tutti la amano, eppure la matematica potrebbe rendersi utile anche a chi ama lo sport. Secondo un gruppo di studio francese, sembra che le equazioni aiutino i maratoneti, per esempio quelli che sono in procinto di correre a New York. La ricerca è stata pubblicata sul Siam Journal on Applied Mathematics. «Abbiamo creato un modello matematico che traduce la corsa in equazioni e consente di pianificare una strategia ottimale che, ovviamente, consente di percorrere una data distanza nel minor tempo possibile», ha spiegato Amandine Aftalion, del Centre national de la recherche scientifique (Cnrs) di Parigi.
EQUAZIONI DIFFERENZIALI. Il modello matematico usa un sistema di equazioni differenziali ordinarie e si basa su due principi: la conservazione dell’energia e l’accelerazione proporzionale alla somma di tutte le forze: ovvero la seconda legge della dinamica. «Questo porta a un sistema di equazioni differenziali che accoppiano le incognite del corridore (velocità, forza propulsiva e energia anaerobica) e che dipendono da parametri fisiologici come il massimo consumo di ossigeno e l’energia anaerobica totale a disposizione dell’atleta», ha continuato Aftalion. Queste equazioni sono utilizzate per dedurre la strategia di corsa ottimale usando simulazioni numeriche e analisi fornite da un software sviluppato dall’Institut national de recherche en informatique et en automatique (Inria).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso