SCIENZA 12 Novembre Nov 2014 0855 12 novembre 2014

Rosetta, la diretta dell'atterraggio sulla cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko

Via alle manovre del lander Philae. Arrivo previsto per le 17. Foto e video.

  • ...

Via libera alla separazione dalla sonda Rosetta del veicolo Philae (leggi l'intervista a Ercoli Finzi).
È arrivato verso le 8.30 di mercoledì 12 novembre il primo «Go» alla serie di manovre che devono portare il lander a iniziare l'atterraggio sulla sulla cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko (arrivo previsto intorno alle 17 italiane).
Si tratta della prima discesa mai tentata sul nucleo di una cometa. L'impresa è destinata a entrare nella storia del voli spaziali.
Nella notte tra martedì 11 e mercoledì 12 novembre sono state completate le operazioni finali di verifica della sonda e del lander ed è stato superato anche un piccolo problema riscontrato su Philae.
PROBLEMI SUL LANDER. «Ci sono stati diversi problemi nelle attività di preparazione condotte durante la notte, ma abbiamo deciso di dare il 'go' e Rosetta è pronta per la manovra di separazione», ha fatto sapere Paolo Ferri, responsabile delle operazioni per l'Agenzia Spaziale Europea (Esa), la cui base è a Darmstadt in Germania.
Da quanto si è appreso, era stato evidenziato un problema nel sistema di attivazione di discesa che impedisce al lander di rimbalzare sul suolo della cometa al momento dell'atterraggio.
AVARIA AL MOTORE A RAZZO. In particolare sembra non funzionare il piccolo motore a razzo che si trova sul 'tetto' del lander e che deve entrare in azione circa 40 minuti prima che Philae si posi sulla cometa, per rendere la manovra più morbida. Nell'ultima fase della discesa il 'carrello' di Philae libera, infatti, degli arpioni collegati a cavi di 45 metri, mentre il piccolo motore contrasta la spinta spingendo il veicolo verso l'alto e mantenendo i cavi in tensione, mentre un altro dispositivo li riavvolge lentamente fino al momento in cui le zampe toccano il suolo.
«Abbiamo bisogno di un po' di fortuna nel non atterrare su una roccia o su un pendio ripido», ha detto il responsabile delle operazioni di Philae, Stephan Ulamec.

dlrlive on livestream.com. Broadcast Live Free

  • La diretta dell'atterraggio di Philae su 67/P.

Rosetta è partita a caccia di comete a marzo 2004 dalla Guiana francese. Dopo oltre 10 anni di perlustrazioni e di osservazioni scientifiche, da agosto la sonda è nell'orbita della cometa 67/P su cui è stata decisa la discesa del lander.
La fine della missione di Rosetta è prevista a dicembre 2015.

  • Il viaggio di Rosetta (Wall Street Journal).

ROSETTA NELL'ORBITA DI 67/P. Dopo aver sganciato Philae, la sonda resta nell'orbita della cometa per osservare la sua superficie e studiare l'atmosfera: i dati inviati da Rosetta, proprio a causa della distanza dalla Terra (circa 400 milioni di chilometri) arrivano al Centro di controllo dell'Esa con un ritardo di circa 30 minuti.
ALLA RICERCA DELLA VITA. Il lander sganciato su 67/P ha la missione di esplorare la cometa attraverso dieci strumenti, tra cui alcuni made in Italy, che sono alimentati dall'energia solare.
Gli scienziati sperano che Philae possa rivelare i segreti del sistema solare, ma pure dare informazioni sulla vita sul nostro Pianeta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati