Ecomostro Alimuri 141130142456
DISTRUZIONE 30 Novembre Nov 2014 1400 30 novembre 2014

Ecomostro di Alimuri, fine di una storia durata 50 anni

Il simbolo dell'abusivismo edilizio è stato abbattuto con 60 chili di esplosivo.  

  • ...

L'Italia che crolla, si frantuma, cade sotto i colpi di piogge e disastri naturali cerca di ripartire dall'abbattimento dell'ecomostro per eccellenza: Alimuri. Il governo Renzi prova ad aggrapparsi a un gesto di forte impatto simbolico per nascondere il disastro idrogeologico del territorio peninsulare. Disastro trattato come emergenza e mai considerato nella sua portata strutturale.
UNA STORIA DURATA 50 ANNI. Alimuri ha un valore emblematico perché sorge in una delle zone più belle dell'Italia. A metà strada tra Vico Equense e Meta di Sorrento, questa struttura di 18 mila metri quadrati deturpa sin dal 1964 la costiera sorrentina. Tra tira e molla giudiziari e continue polemiche sull'abbattimento o meno dell'ecomostro, si è giunti al 2014. 50 anni di attesa.
LA GIOIA DI GALLETTI. L'ecomostro è stato abbattuto da 60 chili di esplosivo, distribuiti su 1.200 microcariche. Il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti ha salutato con gioia la fine dell'incubo Alimuri: «La giornata di oggi possa servire a dare un segnale chiaro ai cittadini: e cioè che la tutela del nostro territorio è e sarà priorità delle amministrazioni locali e del governo nazionale». E ha continuato: «Serve un profondo cambio di mentalità: le amministrazioni locali devono avere il coraggio e la serietà di vietare le costruzioni in zone ad alto rischio idrogeologico. Occorre il ripristino dei luoghi in cui si è costruito in violazione delle basilari leggi di natura».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso