Streaming 141229102038
IL CASO 29 Dicembre Dic 2014 1019 29 dicembre 2014

Streaming, musica in rivolta

Troppo pochi gli introiti per artisti ed editori, le proteste di Pharrell Williams.

  • ...

La musica è sul piede di guerra contro lo streaming.

Il mondo della musica è in guerra, in campo c'è il dititto d'autore, troppo spesso violato dai servizi streaming. A capo della rivolta c'è Pharrell Williams perché, nonostante il successo internazionale della sua Happy, l’artista ha incassato, in diritti da editore e compositore, 2 mila 700 dollari da Pandora. Troppo poco rispetto ai 43 milioni di ascolti streaming del brano nel primo trimestre del 2014.
SITUAZIONE INSOSTENIBILE. «Questa è una situazione del tutto inaccettabile. Non si può consentire che continui. Noi vogliamo che questi servizi abbiano successo perché sono un ottimo modo per i fan di sentire la musica che amano e per tutti di generare nuovi introiti, ma non è possibile che a farne le spese siano i cantautori le cui canzoni sono fondamentali proprio per l’esistenza e il mantenimento di questi stessi servizi», ha detto Marty Bandier, Ceo di Sony/Atv.

Correlati

Potresti esserti perso