SPAZIO 16 Gennaio Gen 2015 0800 16 gennaio 2015

Marte, ritrovata la sonda Beagle 2

Atterrata intatta nel 2003, non è mai riuscita a stabilire un contatto perché è rimasta senza alimentazione. Gli scienziati: «Solo sfortuna». Foto.

  • ...

È stata ritrovata intatta sulla superficie di Marte la sonda Beagle 2, lanciata il 2 giugno 2003 dall'Agenzia spaziale europea (Esa) e scomparsa durante l'atterraggio (guarda le foto).
Il lander britannico è stato localizzato grazie a delle immagini ad alta risoluzione del Mars reconaissance orbiter della Nasa.
Come spiegato il 16 gennaio dal sito della Bbc, il motivo per cui Beagle 2 non è mai riuscito a stabilire un contatto radio con la Terra sembra essere stato il mancato dispiegamento dei pannelli solari di alimentazione.
Oltre a rimanere a corto di elettricità, l'antenna di comunicazione è rimasta 'oscurata' dai 'petali' su cui sono montati i pannelli solari.
«SOLO SFORTUNA». Per gli scienziati si è trattato di un guasto causato «dalla sfortuna», magari «un rimbalzo un po' più forte tanto da deformare leggermente la struttura», oppure «un'airbag forato quel tanto che bastava da impedirne la separazione dal lander».

Tra i suoi compiti: trovare tracce di vita e raccogliere dati

Ideato da un gruppo di accademici inglesi guidati dal professor Colin Pillinger (scomparso nel 2014 a 70 anni) dell'Open University, Beagle 2 doveva cercare tracce di vita, determinare la configurazione geologica, mineralogica, geochimica, lo stato di ossidazione del sito di atterraggio e le proprietà fisiche dell'atmosfera. Raccogliere anche dati sulla meteorologia e sulla climatologia marziana.
Dopo il suo atterraggio (previsto per il 25 dicembre) secondo gli esperti Beagle 2 doveva funzionare per circa 180 giorni.
MACCHINE FOTOGRAFICHE E MICROSCOPIO. Il Beagle 2 aveva un braccio robotico (Paw) progettato per estendersi dopo l'atterraggio. Al suo interno alloggiavano un paio di macchine fotografiche stereoscopiche, un microscopio con una risoluzione di 6 μm, uno spettrometro Mössbauer, uno spettrometro per raggi X, una sonda perforatrice per raccogliere campioni di roccia, una lampada, un manometro, un termometro e un apparecchio per misurare la velocità e la direzione del vento.
DOTATA DI UNA ''TALPA''. Beagle 2 era equipaggiato con una piccola 'talpa' meccanica (Pluto) che avrebbe dovuto traforare il suolo e raccogliere un campione di sottosuolo.
Pesante 69 chili al lancio (dopo l'impatto col terreno doveva pesare 33,2 kg), la sonda aveva la forma di un vaso poco profondo con un diametro di un metro e una profondità di 25 centimetri.
La missione è costata più di 44 milioni sterline (circa 50 milioni di euro).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso