Maltempo 150207113828
ALLERTA 7 Febbraio Feb 2015 0800 07 febbraio 2015

Maltempo, la mini-tregua porta il gelo di Burian

Sole al Nord e piogge al Sud. Dalle steppe russe arriva il famigerato ciclone che porterà ancora la neve.

  • ...

Una palma sferzata dal vento.

Il maltempo allenta la morsa.
Pioggia e neve continuano a sferzare l'Italia, ma al Nord è previsto un miglioramento a partire da sabato 7 febbraio pomeriggio.
Il ciclone Big Snow che ha causato disagi e danni, si sta sposando verso il Centro Sud indebolendosi ulteriormente.
Il problema è che in arrivo dalle steppe russe il gelo e la neve di Burian.
NEVE IN EMILIA. Migliorate le condizioni meteo al Nord. Alcune deboli nevicate hanno interessato ancora l'Emilia occidentale, gli Appennini emiliani e il Cuneese.
Piogge sparse invece al centro, specie su regioni adriatiche e coste tirreniche.
Piogge anche in Campania e Calabria e locali in Sardegna.
Domenica 8 febbraio Big Snow sarà un ricordo: sole al Nord e su gran parte del Centro.
FREDDO DA LUNEDÌ 9. «Lo scenario tipicamente invernale», ha spiegato Francesco Nucera, meteorologo di 3bmeteo.com, «ci farà compagnia anche la prossima settimana (9-15 febbraio, ndr) con una breve parentesi nel fine settimana al Nord. Poi da lunedì una nuova ondata di freddo, stavolta in arrivo da Est, porterà ancora pioggia e neve».

A Venezia una marea di 108 centimetri

Il Centro previsioni e segnalazioni maree del Comune di Venezia ha registrato nella notte tra il 6 e il 7 febbraio al mareografo di Punta della Salute, una punta massima di marea di 108 centimetri sullo zero mareografico.
A Chioggia, sotto la spinta del vento di bora, la marea ha raggiunto all'1 il livello di 115 centimetri.
La marea è oscillata sui 107-108 cm per un'ora e mezza, dalle ore 0,20 alle ore 1,50.
Per la notte tra il 7 e l'8 febbraio si prevede una punta massima sui 110 cm.
Un'alta marea di 108 centimetri comporta l'allagamento di una superficie di circa il 10% della viabilità pedonale della città, con un livello variante da pochi millimetri a una media sui 30 centimetri in Piazza San Marco, l'area più bassa della città.

Nevischio a Bologna. Migliaia di utenze senza riscaldamento

Nevischio è stato segnalato tra il bivio A14/A1 Milano-Napoli e San Lazzaro di Savena, nel tratto autostradale bolognese, ma senza disagi alla circolazione.
Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini e gli assessori della Giunta hanno stabilito che per far fronte alle emergenze prioritarie e per gli interventi urgenti, sono necessari due milioni e mezzo di euro.
È proseguito intanto senza sosta il lavoro delle squadre tecniche di Rfi per il completo ripristino di alcune linee ferroviarie, e della task force di Enel e Terna per riattivare le linee elettriche.
Migliaia di utenze sono ancora fuori servizio, con seri disagi anche per il riscaldamento. Molti Comuni hanno allestito punti di accoglienza, soprattutto per anziani e mamme con bambini.

Scuole riaperte a Senigallia

È rientrata l'ondata di maltempo. Le piogge si sono spostate verso Sud Est, dando una tregua alle località costiere più colpite.
A Senigallia, dov'era scattato l'allarme pre alluvione, le scuole sono state riaperte. Si lavora per prosciugare i sottopassi del lungomare anche a Marina di Montemarciano, Falconara, Pesaro, Fano e si contano i danni fatti dalle mareggiate alle strutture balneari e alle spiagge.

Correlati

Potresti esserti perso