Droni 150223160802
TECNOLOGIA UTILE 23 Febbraio Feb 2015 1607 23 febbraio 2015

La Protezione civile adotta i droni

I primi test vengono effettuati in Umbria per tenere sotto controllo le frane.

  • ...

La Protezione civile sta sperimentando l'uso di droni in Umbria.

I droni potrebbero aiutare la Protezione civile italiana a intervenire in caso di catastrofe. I primi test vengono effettuati in questi giorni in Umbria, dove il velivolo radiocomandato Skyrobotic SF6 sorvola il territorio per tenere d'occhio alcune frane. Il drone ha sei eliche (esacottero), pesa circa cinque chilogrammi e ha un'autonomia di volo di 40 minuti. È equipaggiato con un sistema di pilotaggio automatico chiamato SR-5000, in grado di funzionare grazie ai satelliti Gps.
CROCE ROSSA. Oltre che la sorveglianza delle frane, i droni potrebbero essere utilizzati anche per controllare lo stato di salute dei beni culturali, per la salvaguardia del territorio e la ricerca di dispersi. Sempre in Italia si prepara a utilizzare i droni anche la Croce Rossa, con il Progetto Sapr. Quest'ultimo prevede l'attivazione di dieci unità operative in tutta Italia e di una ventina di droni, con altrettanti piloti, per attività di ricerca e soccorso in caso di grandi emergenze, in Italia ma anche durante missioni all'estero.

Correlati

Potresti esserti perso