Robot Maggiordomo 150304113440
SOLIDARIETÀ 4 Marzo Mar 2015 0800 04 marzo 2015

Robot maggiordomi per anziani: il progetto dell'Ue

Le macchine forniranno un'assistenza domiciliare discreta e sicura. Aiuteranno inoltre l'utente a mantenere atteggiamenti positivi e a tenere in esercizio abilità cognitive e fisiche. Foto.

  • ...

Sviluppare un nuovo tipo di robot-maggiordomi capace di fornire assistenza domiciliare discreta, sicura e proattiva per persone anziane affette da quello che viene definito «deterioramento cognitivo lieve», così da migliorarne la qualità della vita e il livello di autonomia (guarda le foto).
PROGETTO DA 4 MLN. È questo l'obiettivo del progetto di ricerca 'Ramcip' (acronimo di 'Robotic assistant for Mci patients at home) di durata triennale lanciato dalla Commissione europea che l'ha finanziato nell'ambito del programma Horizon 2020 con 4 milioni di euro.
L'Italia sarà rappresentata dalla Scuola superiore Sant'Anna di Pisa, mentre il coordinamento del progetto è affidato all'istituto per le Tecnologie dell'informazione del centro di ricerche e tecnologie greco.
Fanno parte anche del team anche la Technische Universität di Monaco (Gemania), la Fondazione per la ricerca e tecnologia Greca, l'Università Medica di Lublino (Polonia), la Fondazione Ace (Spagna) e due piccole-medie imprese polacca e inglese.
ASSISTENZA NELLA VITA QUOTIDIANA. I robot di servizio per ambienti intelligenti di nuova generazione dovranno fornire assistenza incidendo positivamente negli aspetti significativi della vita quotidiana: dalla preparazione del cibo alla gestione della casa. Nello stesso tempo, i robot domestici di nuova generazione dovranno aiutare l'utente a mantenere atteggiamenti positivi e a tenere in esercizio abilità cognitive e fisiche.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso