Cern 150405135455
SCIENZA 5 Aprile Apr 2015 1355 05 aprile 2015

Cern, riparte l'acceleratore di particelle Lhc

Acceso dopo due anni di manutenzione. Raggiungerà i 13 mila miliardi di electrovolts.

  • ...

L'acceleratore di particelle Lhs.

Il Lhc del Cern è ripartito dopo due anni di manutenzione. Lo ha annunciato sul live blog del Cern il direttore generale Rolf Heuer. «Il fascio ha attraversato senza problemi l'intera struttura: sono contentissimo come lo sono tutti qui al centro di controllo del Cern», ha scritto.
L'Lhc è il più grande acceleratore di particelle del mondo e si trova al confine tra Svizzera e Francia, vicino a Ginevra. Nelle sue gallerie, lunghe 27 chilometri, le particelle viaggiano quasi alla velocità della luce.
CHIUSO NEL 2013. Grazie all'Lhc - che nel 2013 è stato chiuso per lavori di upgrade - è stata confermata l'esistenza del bosone di Higgs. Una volta terminate le procedure di 'riaccensione' gli scienziati potranno aumentare l'energia dei fasci di particelle fino a raggiungere - nel giro dei prossimi mesi - i 13mila miliardi di electronvolts.
«Con il ritorno in funzione del più grande acceleratore del mondo si apre la porta su un universo sconosciuto e imprevedibile», ha detto Fernando Ferroni, presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), l'ente che coordina la partecipazione dell'Italia al Cern di Ginevra e al progetto del Larga Hadron Collider (Lhc).
«CI LASCIAMO ALLE SPALLE IL BOSONE DI HIGGS». «Con la ripartenza di Lhc, l'avventura ricomincia, ci stiamo lasciando alle spalle il bosone di Higgs e ora si apre per noi una porta su un mondo che non conosciamo», ha commentato Ferroni.
«Confidiamo», ha aggiunto, «che questa nuova esplorazione possa aiutarci a gettare un po' di luce sulle componenti oscure dell'universo, ma speriamo anche in sorprese inaspettate. Le premesse sono delle migliori, non resta quindi che augurare buon lavoro a Lhc».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso