Google 150515125158
IL CASO 22 Maggio Mag 2015 1228 22 maggio 2015

Google Maps e la falla razzista

Usando alcuni termini razzisti nelle ricerche si viene indirizzati alla Casa Bianca.

  • ...

Google Maps è finita nella bufera per una falla razzista nel sistema di ricerca.

Google Maps è stata inondata dalle polemiche negli Stati Uniti a causa di alcune ricerche su termini razzisti e offensivi nei confronti della popolazione afroamericana che indirizzavano gli utenti alla Casa Bianca. Big G, in un post sul suo blog, ha riconosciuto la falla del sistema e l'inappropriatezza di tali risultati. Scusandosi per le offese arrecate, il colosso ha assicurato di essere al lavoro per risolvere il problema con un aggiornamento dell'algoritmo che regola le ricerche.
RAZZISMO ONLINE. Tutto è nato dalla segnalazione al Washington Post, cui poi ne sono seguite altre, di un lettore che aveva notato che cercando nigga e nigger - termini con accezione fortemente razzista e offensiva per rivolgersi agli afroamericani - insieme a house e Washington si veniva indirizzati nientemeno che al 1600 Pennsylvania Avenue, ovvero alla Casa Bianca.

Correlati

Potresti esserti perso