Clima Mappa Temperatura 150803220420
MAPPA 3 Agosto Ago 2015 2058 03 agosto 2015

Cambiamento climatico, i Paesi responsabili dei gas serra

Emissioni, i dati dicono che la sfida di Obama non è sufficiente.

  • ...

Barack Obama lancia la sfida sul clima e propone un taglio delle emissioni statunitensi di gas serra del 32% rispetto ai livelli del 2005 entro il 2030. E già i repubblicani lo attaccano sostenendo che il progetto porterà danni all'economia, senza peraltro giustificare le critiche con dati. Ma secondo uno studio del centro studi Ecofys, il taglio dovrebbe essere persino più ambizioso. Dal 2009, cioè dalla conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite a Copenaghen, è stato fissato l'obiettivo di non superare un aumento della temperatura globale di 2°C sopra i livelli pre industriali. Oltre agli Stati Uniti, anche i leader di Unione europea, Russia e Messico si sono impegnati in una progressiva riduzione delle emissioni che provocano il surriscaldamento globale.
VERSO UN AUMENTO DI 3 GRADI. Ma secondo lo studio presentato a dicembre 2014 l'insieme dei progetti lanciati finora porterebbe in ogni caso a un aumento della temperatura di 3°C entro la fine del secolo. Il presidente Obama ha aumentato l'impegno americano, ma a guardare i dati sulle emissioni del database Cait del World resource institute la strada è ancora lunga. Anche perché non è stato ancora chiarito il nodo cruciale: come ripartire i tagli tra Paesi a sviluppo avanzato e Paesi in via di sviluppo. Ecco il grafico che spiega chi sono i responsabili del cambiamento climatico:

  • Il grafico interattivo mostra i Paesi che emettono più gas serra e quali sono i settori della loro economia maggiormente responsabili delle emissioni. Fonte: Cait, World Resource Institute, di Johannes Friedrich, basato sulle ricerche di Duncan Clark, Mike Bostock e Jason Davies.

1. 10 Paesi sono responsabili del 72% dei gas serra del pianeta

Cosa dice la grafica? Come hanno scritto i ricercatori del World Resource Institute pochi Paesi sono responsabili della stragrande maggioranza delle emissioni. I 10 Paesi che emettono più gas serra contribuiscono al 72% delle emissioni dell'intero pianeta. I 100 Paesi che ne emettono meno sono responsabili del 3% delle emissioni.

2. Il settore energetico causa del 75% delle emissioni

Il settore energetico è la principale fonte di gas serra: è responsabile del 75% delle emissioni che provocano l'innalzamento della temperatura del pianeta. Il passaggio a fonti di energia non inquinanti è la principale e necessaria cura contro il surriscaldamento globale.

I 10 Paesi che emettono più gas serra al mondo (World Resource Institute).   

3. La Cina produce un quarto delle emissioni del mondo

La Cina è il Paese che emette più gas serra, circa il 25% delle emissioni totali. Poi vengono gli Stati Uniti e i 28 Paesi dell'Unione europea insieme. Sei Paesi a rapido sviluppo – India, Indonesia, Brasile, Messico e Iran, sono tra i primi 10 responsabili di emissioni. Tuttavia se si guardano i dati pro capite lo scenario cambia sostanzialmente.

I 10 Paesi che emettono più gas serra pro capite al mondo (World Resource Institute).   

4. Un cittadino Usa produce 8 volte la quantità di gas serra di un indiano

La classifica dei maggiori produttori di emissioni cambia sensibilmente se si considera la produzione procapite, cioè calcolata sulla popolazione dei differenti Paesi. Al primo posto si trova per esempio il Canada, seguito da Stati Uniti e Russia, Giappone e Unione europea. La Cina è settima dietro all'Indonesia. E Messico e India, tra i maggiori produttori in termini assoluti, sono sotto la media mondiale.

5. Il calo delle emissioni nei Paesi avanzati non è sufficiente

La serie storica dei dati sulle emissioni mostra come dal 2005 a oggi le emissioni dell'America del Nord e in Europa sono diminuite (anche per via della crisi finanziaria e della successiva contrazione dell'economia), ma il calo è di poco conto: nemmeno sommate insieme le flessioni delle emissioni in Europa e Nord America riescono a compensare l'aumento registrato in Asia.

  • I dati sull'andamento delle emissioni dal 2005 al 2012 divisi per area di produzione (World resource institute)

Articoli Correlati

Potresti esserti perso