Rendering Lago Marte 150810191059
ASTRONOMIA 10 Agosto Ago 2015 1911 10 agosto 2015

Spazio, scoperto l'ultimo lago di Marte

Scoperto da uno scienziato americano. È evaporato 3,6 miliardi di anni fa. Lì potrebbero essersi spente le ultime forme di vita del pianeta.

  • ...

Su Marte si poteva vivere. A confermarlo è la recente scoperta del letto di un grande lago evaporato, individuato da Brian Hynek, dell'Università della California, e descritto sulla rivista Geology.
Si tratta di un bacino di circa 50 chilometri quadrati, simile per dimensioni al lago di Bracciano, e la sua presenza è testimoniata da depositi di sale analoghi a quelli che si trovano nello Stato americano dello Utah, a Bonneville.

Un rendering mostra il bacino dell'ex lago marziano.

Da almeno 3,6 miliardi, il lago non ha più acqua, come il resto del Pianeta rosso, ma restano i segni di ciò che è stato in passato. Si trova nella regione detta Meridiani, vicina all'area in cui nel 2004 è sceso il rover Opportunity, ancora funzionante.
FOTO SCATTATE DAI SATELLITI. La sua scoperta, però, è dovuta alle foto scattate dai satelliti in orbita attorno a Marte. «Questo lago si è mantenuto per molto tempo e siamo stati capaci di definire la sua età massima. Siamo abbastanza convinti che sia stato uno degli ultimi grandi laghi di Marte», ha rilevato Hynek.

Un'immagine satellitare della Nasa. Cerchiato in blu il bacino del lago.

La salinità delle sue acque era appena l'8% degli oceani terrestri e secondo i ricercatori aveva tutte le carte in regola per poter ospitare vita. Questo grande lago potrebbe quindi essere stato uno degli ultimi rifugi delle eventuali forme di vita esistenti miliardi di anni fa sul pianeta rosso.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso