Sundar Pichai 150811153039
PROFILO 11 Agosto Ago 2015 1559 11 agosto 2015

Sundar Pichai, chi è il nuovo ad di Google

L'ascesa del manager 43enne di origini indiane.

  • ...

Sundar Pichai.

Sundar Pichai era un manager poco noto quando Chrome è stato lanciato.
Ma dal 2008 la sua è stata una scalata inarrestabile a Mountain View, fino a diventare il numero due di Larry Page e ora il numero uno di Google Inc, all'interno della holding Alphabet.
Annunciando la riorganizzazione radicale della società, Page ha lodato il 43enne di origine indiana: «È il momento per Sundar di essere l'amministratore delegato di Google. Mi ritengo fortunato ad avere una persona come lui alla guida di una Google leggermene dimagrita. Sundar continuerà a concentrarsi sull'innovazione, ci tiene al fatto che continuiamo a fare progressi nella nostra missione di organizzare l'informazione del mondo».
DA McKINSEY A GOOGLE. Nato nel 1972 in India, nello stato di Tamil Nadu, Pichai si è diplomato presso l’Indian Institute of Technology di Kharagpur, prima di prendere un master in ingegneria a Stanford. Dopo aver ottenuto un Mba alla Wharton School, ha lavorato a McKinsey e Applied Material, mentre l'arrivo a Google risale al 2004.
CHROME E ANDROID. Prima ancora di Chrome, Pichai era salito alla ribalta all'interno di Mountain View per aver creato la 'barra degli strumenti' di Google, una delle armi più potenti nell'arsenale della società.
Dopo il lancio di Chrome, è stato promosso vice presidente e gli è stata data la supervisione delle app di Google, inclusa Gmail, oltre a diventare membro dell'esclusivo 'L team', la squadra di manager che riportava direttamente a Page. E quando il creatore di Android, Andy Rubin, ha lasciato, Page lo ha nominato anche ad Android.
INDIANI AL TOP DELL'HI TECH. Nel 2014 Bloomberg BusinessWeek lo aveva definito «l’uomo più potente nel settore del mobile». Ora Pichai è il secondo manager indiano, dopo Satya Nadella in Microsoft, ai vertici del club dei nuovi guru della tecnologia.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso