Eter Nine 150825123511
TECNOLOGIA 25 Agosto Ago 2015 1135 25 agosto 2015

Eter9, il social network che promette l'immortalità

Come funziona la piattaforma digitale che consente di restare attivi su internet anche dopo la morte.

  • ...

Screenshot della piattaforma digitale Eter9.

Attivi sui social network anche dopo la morte. Il sogno (per alcuni l'incubo) dell'immortalità non passa più per la ricerca alchemica di un elisir: nel 2015, a promettere l'immortalità, è una piattaforma digitale.
Si chiama Eter9 e usa l'intelligenza artificiale per studiare le nostre interazioni sui social network, memorizzare la nostra personalità e capire cosa potremmo postare in futuro, anche quando non ci saremo più.
IN FASE DI TEST SU 5 MILA PERSONE. Creato dallo sviluppatore portoghese Henrique Jorge, il software è in fase di test su 5 mila persone. Attraverso una sorta di 'specchio' del profilo Facebook, Eter9 consente agli utenti di controllare gli aggiornamenti dell'avatar e di approvarli. I post vengono poi pubblicati automaticamente quando si è offline.
«Stiamo cercando di creare un sistema di intelligenza artificiale che impari presto da altre piattaforme come Facebook», ha spiegato Jorge. Ciò significa che se su Facebook siamo soliti postare video musicali o commentare l'attualità politica, ebbene, il nostro avatar su Eter9 replicherà un compotamento simile per l'eternità. Emoticon comprese.
I BOT DA 'ADOTTARE'. Ma non è finita qui: su Eter9 sarà possibile infatti anche 'adottare' dei bot, chiamati Niners, e mantenere così il nostro avatar sempre impegnato in una serie di 'interazioni sociali' che non contemplano la presenza di alcun essere umano di fronte allo schermo. Jorge, intervistato da Newsbeat, ha detto che nuovi utenti desiderosi di sperimentare Eter9 si fanno avanti tutti i giorni. Il sistema sembra quindi destinato a potenziarsi: «Al momento è ancora abbastanza piccolo». Ma le potenzialità per crescere ci sono.
FACEBOOK PUNTA SULL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE. Anche perché Facebook ha aperto tre laboratori di intelligenza artificiale. A giugno Mark Zuckerberg ha rivelato il loro obiettivo: costruire sistemi in grado di superare gli esseri umani nelle capacità sensoriali. E la conferma che il tema della vita sui social dopo la morte è particolarmente sentito arriva sempre da Facebook, che ora permette agli utenti di nominare un erede per la gestione dell'account dopo la loro dipartita. Fino a poco tempo fa il profilo veniva semplicemente congelato.
ETERNI.ME SVILUPPATO DAL MIT. Nello stesso campo di ricerca, qullo dell'intelligenza artificiale applicata alle reti sociali, è attivo anche il MIT, che sta sviluppando un altro software che promette un tipo diverso di immortalità. In fase di test su 29 mila persone, si chiama eterni.me e punta a «raccogliere i nostri pensieri, racconti e ricordi, prendersene cura e creare un avatar intelligente», che sia simile a noi in tutto e per tutto.

Correlati

Potresti esserti perso