Google Motore Ricerca 141211180323
INTERNET 22 Settembre Set 2015 1419 22 settembre 2015

Google: «Diritto all'oblio solo in Ue»

La Francia reclama l'applicazione della sentenza. Ma Google cancella i risultati solo in Europa.

  • ...

Il motore di ricerca di Google.

Diritto all'oblio confinato in Europa. Tra la commissione nazionale francese per l’informatica e la libertà (Cnil) e Google è scontro totale.
SENTENZA DEL 2014. A seguito della sentenza emessa nel 2014 dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, l'autorità parigina ha confermato la richiesta di eliminare in tutto il mondo i risultati delle ricerche riguardanti fatti personali ormai non più attuali, ma Mountain View continua a opporsi.
Secondo Big G, infatti, rendere infruibili i dati in Europa è più che sufficiente, mentre il garante francese ritiene che il diritto possa essere pienamente tutelato solo se la sentenza viene applicata in tutto il mondo.
«Ora il gruppo deve conformarsi alla messa in mora», ha spiegato un portavoce del Cnil.
GOOGLE: «QUESTIONE DI PRINCIPIO». Google, dal canto suo, non si smuove di un millimetro: «Abbiamo lavorato a lungo per adempiere a quanto prescritto dalla sentenza sul diritto all’oblio in modo attento e completo in Europa e continueremo a farlo», ha risposto un portavoce di Google, «tuttavia, per una questione di principio, siamo rispettosamente in disaccordo con l’idea che una singola Autorità garante della Privacy nazionale debba stabilire a quali pagine web possono accedere le persone di altri Paesi».
Una questione di principio, dunque, resa più semplice da portare avanti dagli scarsi poteri della Cnil: male che vada, Google sarà costretta a pagare una multa ad 150 mila euro.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso