Funghi 160113153615
SCIENZA 13 Gennaio Gen 2016 1537 13 gennaio 2016

Pisa, scoperta una nuova specie di funghi

Il ritrovamento nel parco naturale Migliarino San Rossore Massaciuccoli. L'ente: «Evento di rilievo internazionale».

  • ...

La nuova specie di fungo, denominata 'Schildia santi-luxurii'.

Una nuova specie di fungo, denominata 'Schildia santi-luxurii', è stata scoperta nel parco naturale Migliarino San Rossore Massaciuccoli, a Pisa.
Lo rendono noto due micologi pisani, Paolo Franchi e Mauro Marchetti, esperti di funghi dell'area protetta e già autori di alcune pubblicazioni sul tema, in particolare di un inventario che fa una rassegna anche in chiave storica, di tutti i funghi presenti nelle varie tenute del parco.
OSSERVATO PER LA PRIMA VOLTA NEL 2013. Il fungo, spiega una nota dell'ente che gestisce il parco, «è stato osservato per la prima volta alla fine del 2013 ai margini del viale del Gombo ed è stato nuovamente prelevato un anno più tardi per essere studiato con maggiore attenzione: inizialmente i due esperti immaginavano che il fungo fosse un comune esemplare della famiglia dei 'ramarioidi', ma un'indagine più accurata ha rivelato una sostanziale differenza con funghi di simile aspetto».
LA PROVA DOPO LE ANALISI GENETICHE. Le successive analisi genetiche e le informazioni ricavate da una banca dati americana che contiene milioni di sequenze di Dna, hanno accertato che la Schildia sancti-luxurii si differenzia notevolmente, sotto il profilo genetico, da funghi già classificati, pertanto è stato creato un nuovo 'genere' - che prende il nome di Edwin Schild, micologo e uno dei più grandi studiosi mondiali della famiglia di funghi cui in un primo momento si pensava appunto appartenesse, al cui interno è stata inserita la nuova specie.
PRESENZA STABILE NEL PARCO. Il nuovo fungo è stato osservato nella Tenuta di San Rossore anche nell'autunno scorso e ciò ha confermato una sua presenza piuttosto stabile nelle radure del parco.
«La scoperta di un genere di fungo mai prima d'ora conosciuto al mondo - conclude l'ente - è un evento di grande rilievo internazionale, che testimonia l'importanza dell'azione di protezione del territorio che, anche se così vicino a zone fortemente antropizzate, rappresenta un'eccellenza nazionale meritevole di sempre maggiore considerazione da parte di istituzioni e cittadini».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso