Inquinamento 160422153813
ANALISI 22 Aprile Apr 2016 1500 22 aprile 2016

Clima, emissioni in calo ma Terra più calda: i grafici

Il 2015 è stato l'anno più torrido di sempre: +0,75 gradi rispetto alla media. Nell'Earth day leader mondiali firmano per contenere il riscaldamento globale sotto i 1,5° centigradi.

  • ...

Il 22 aprile è la Giornata mondiale della Terra e il 2016 potrebbe essere l'anno della svolta.
Gli incontri della conferenza sul clima di novembre 2015 a Parigi hanno trovato il loro culmine ora con la firma alle Nazioni unite di un nuovo accordo globale.
Cuore di questo nuovo protocollo è la volontà di contenere il riscaldamento planetario sotto 1,5° centigradi.
IL 2015? L'ANNO PIÙ CALDO DI SEMPRE. Secondo le rilevazioni del Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration) nel 2015 le temperature hanno toccato la loro punta massima.
Stando alle analisi, l'anomalia è stata di 0,75 gradi in più rispetto alla media.
Negli ultimi 15 anni la differenza tra le temperature reali e quelle delle serie storiche dei decenni precedenti si è amplificata notevolemnte.

ANCHE L'ITALIA SI SURRISCALDA. L'Italia negli ultimi decenni ha registrato un incremento significativo delle temperature medie.
A luglio 2015 la Penisola ha vissuto il mese più caldo di sempre.
Non solo. Rispetto al periodo 1971-2000 nel 2015 c'è stato un aumento delle temperature di 1,42°, vicinissimo quindi alla soglia di pericolo che i grandi della terra vorrebbero evitare.

PER LA PRIMA VOLTA CALANO LE EMISSIONI. Tra le maggiori cause del riscaldamento globale ci sono le emissioni.
Soprattutto di anidride carbonica.
Se su questo fronte la preoccupazione rimane alta è anche vero che l'anno che il 2015 ha registrato, per la prima volta, una diminuzione delle emissioni.
In particolare secondo l'agenzia Global Carbon Project il merito di questo calo è da imputare alla Cina.
Il colosso asiatico tra il 2014 e 2015 è riuscito a contenere le emissioni dello 0,6%.
Un dato piccolo, ma molto significativo.
Dopo la firma degli accordi di Kyoto, nel 2005, Unione europea e Stati Uniti hanno aumentato i loro sforzi per ridurre i gas serra, però la Cina ha visto salire i suoi in modo esponenziale, almeno fino al 2014.

EUROPA PIÙ INQUINATA DEGLI USA. Se le emissioni sembrano in diminuzione, ci sono ancora parecchie città, in Europa e in Italia, che soffocano per le emissioni.
In particolare per gli ossidi di azoto, come l'NO2, il diossido di azoto.
Su questo fronte l'Europa pare indietro rispetto agli Stati Uniti.
Basti pensare che mentre la città di New York ha registrato un valore di 42 microgrammi per metro cubo, la città di Londra ha toccato quota 85.
Ma quali sono le città con la qualità dell'aria peggiore d'Europa?
Secondo i dati dell'Agenzia europea per l'ambiente a farla da padrone è la Francia con 6 punti sensibili.
La località più inquinata è però la tedesca Stoccarda che tocca quota 89,03 microgrammi per metro cubo, più del doppio rispetto ai 40 previsti dalla normativa europea.
In Italia a preoccupare è la città di Roma con 67,4 µg per metro m³, secondo posto invece per Genova e Brescia (66,7µg/m³) mentre al terzo c'è Firenze (61,2µg/m³).

  • Cliccare sulle icone per vedere il livello di NO2 delle città. In verde le più inquinate d'Europa, in rosso quelle in Italia. Valore espresso in microgrammi per metro cubo.


Twitter @AlbertoBellotto

Articoli Correlati

Potresti esserti perso