4728
SCIENZA 16 Febbraio Feb 2017 1642 16 febbraio 2017

De-estinzione, gli scienziati pronti a far 'risorgere' il mammut

L'obiettivo è creare un embrione ibrido per replicare i tratti dell'animale scomparso 4 mila anni fa su un elefante asiatico. Potrebbe realizzarsi in un paio d'anni.

  • ...

A 4 mila anni dalla sua scomparsa, gli scienzati cullano il sogno di riportare in vita il mammut lanoso. Attraverso un'impresa di alta ingegneria genetica illustrata a Boston di fronte all'American association for the advancement of science procede a grandi passi uno dei più significativi esempi di de-estinzione mai intrapresi. L'obiettivo del team basato ad Harvard è realizzare un embrione ibrido attraverso il quale i tratti del mammut saranno innestati su un elefante asiatico.

STESSE CARATTERISTICHE DEL MAMMUT. «Il nostro obiettivo è ricreare un embrione ibrido elefante-mammut», ha spiegato il professore George Church, «ma potrebbe essere necessario ancora un paio di anni». L'animale somiglierebbe in tutto e per tutto a un elefante con piccole orecchie, un folto pelo arruffato e sangue capace di resistere a basse temperature. I genetisti hanno anche spiegato che si utilizzerà un utero in affitto per fare crescere l'animale senza dovere ricorrere a un esempleare femmina di elefante.

SCOMPARSO 4 MILA ANNI FA. Il mammut lanoso ha vissuto in Europa, Asia e Nord Africa durante tutta l'era glaciale ed è scomparso tra 4 mila e 5 mila anni fa, probabilmente a seguito dei cambiamenti climatici e della caccia dell'uomo. La cosiddetta de-estinzione è divenuta una pratica realistica ancorché discussa dal momento in cui le tecniche di ingegneria genetica hanno permesso di individuare ed estrarre Il Dna dalle specie i cui resti sono rimasti ibernati per millenni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso