Soyuz
28 Luglio Lug 2017 1641 28 luglio 2017

Nespoli è entrato nella Stazione spaziale

Portello aperto a due ore e mezza dall'aggancio di Soyuz. Per AstroPaolo, 60 anni, è il terzo viaggio in dieci anni. Con lui un russo e un americano.

  • ...

L'astronauta Paolo Nespoli è entrato nella Stazione spaziale internazionale (Iss). Il portello è stato aperto due ore dopo l'aggancio della Soyuz, una volta ultimati tutti i controlli a bordo della navetta e per equilibrare la pressurizzazione tra la Soyuz e la Iss.

Dopo una lunga attesa, mentre gli ultimi test venivano completati, dalla Stazione spaziale si vedevano balenare nel buio i bagliori di una tempesta sulla Terra. Finalmente il portello della Soyuz si è aperto e, proprio al momento dell'ingresso degli astronauti (con Nespoli ci sono il russo Sergey Ryazansky, al comando della navicella, e l'americano Randy Bresnik), il collegamento video si è interrotto. Ad accogliere i nuovi membri dell'equipaggio, che ora comprende di nuovo sei astronauti, c'erano Fyodor Yurchikhin, Jack Fischer e Peggy Whitson, l'unica donna che per due volte è stata al comando della Iss. La prima era stata esattamente 10 anni fa, durante la prima missione di Nespoli, Esperia.

Nespoli saluta dopo la partenza.

La missione Vita, dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), terrà Nespoli impegnato per sei mesi a bordo della Stazione Spaziale, con un fitto programma scientifico.

Oltre ai numerosissimi esperimenti internazionali in corso sulla stazione orbitale, Nespoli seguirà gli 11 esperimenti previsti nella missione Vita per raccogliere dati e conoscenze utili a preparare il terreno perché i futuri voli con uomini a bordo diretti su Luna e Marte possano avvenire senza rischi per la salute degli astronauti.

TERZA MISSIONE A 60 ANNI. A 60 anni compiuti, AstroPaolo è un veterano dello spazio. Vita è infatti la sua terza missione in dieci anni dopo Esperia, che nel 2007 con lo Space Shuttle lo ha portato sulla stazione orbitale per una settimana, e dopo MagISStra, del 2010, la sua prima permanenza di sei mesi in orbita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso