Google
29 Settembre Set 2017 1708 29 settembre 2017

Google, il governo italiano ha chiesto l'accesso ai dati di 1199 utenti

Nel rapporto sulla trasparenza Big G rivela le richieste di accesso ai dati personali ricevute dai governi nei primi sei mesi del 2017. Le autorità italiane hanno inoltrato quasi 2 mila richieste, il 40% delle quali accolte, con un aumento del 16% rispetto al semestre precedente. I dati. 

  • ...

Google è di nuovo nel mirino delle autorità italiane. Stavolta, però, la richiesta non riguarda le tasse, ma l'accesso ai dati di 1190 utenti dei servizi offerti da Big G. Nel rapporto sulla trasparenza, pubblicato il 29 settembre, il gigante di Mountain View dà conto della quantità di informazioni personali domandate dai governi mondiali nei primi sei mesi del 2017.

RICHIESTE ITALIANE IN AUMENTO DEL 16%. Le richieste sono in continua crescita e l'Italia, con un aumento del 16% rispetto al semestre precedente, non fa eccezione. A motivarle in 10 casi sono state situazioni di emergenza (Emergency Disclosure Request), in 15 casi domande di conservazione di dati altrimenti a rischio distruzione (Preservation Request), negli altri 1074 casi altre ragioni legali. Meno della metà delle richieste avanzate dal governo italiano, però, sono stato accolte: Google ne ha respinte 6 su 10, in linea con quanto emerso nelle precedenti rilevazioni.

Google, richieste di accesso del governo italiano (presentate e accolte)

Il trend italiano è confermato nel resto del mondo dove fra gennaio e giugno 2017 le richieste sono cresciute del 7% rispetto al semestre precedente, passando da 45.500 a 48.941. Google ne ha esaudite più della metà, il 61%. Il record spetta agli Stati Uniti che in soli sei mesi hanno presentato 16.823 richieste, un terzo delle quali fondate su un mandato dell'autorità giudiziaria. Big G sembra prestare particolare ascolto agli Usa: l'81% delle domande di accesso ai dati avanzate dal governo americano ha avuto esito positivo

GERMANIA PRIMA IN EUROPA. In Europa, invece, è la Germania a chiedere più informazioni a Google, seguita da Francia e Regno Unito: questi Paesi hanno avanzato rispettivamente 7.781, 5.661 e 3.497 richieste, ottenendo una percentuale di successo pari al 56, 65 e 71%. L'Italia viene al quarto posto con, come detto, 1199 richieste.

I 10 governi europei che hanno presentato più richieste
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso