Delfini Patate Opossum
5 Dicembre Dic 2017 1832 05 dicembre 2017

Delfini, opossum e patate: le specie a rischio estinzione

L'orcella, il Ngwayir e decine di varietà selvatiche di colture sono minacciati da agricoltura intensiva e cattive pratiche di pesca. La nuova "lista rossa" dell'Unione internazionale per la conservazione della natura.

  • ...

Alcune specie di delfini, opossum e patate sono a rischio di estinzione.

Varietà selvatiche di riso, frumento e patate dolci. Ma anche rari delfini del sudest asiatico e un opossum australiano. Sono le specie di piante e animali per cui il rischio estinzione si sta pericolosamente avvicinando. L'allarme è arrivato dall'ultimo aggiornamento della "lista rossa" delle specie minacciate, compilata dall'Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn), che punta il dito contro l'uomo (leggi anche: Consumo di suolo, in Italia cementificati 3 m2 al secondo).

SISTEMA ALIMENTARE INSOSTENIBILE. La minaccia numero uno, spiega infatti l'organizzazione, è «un sistema alimentare insostenibile» a causa di agricoltura intensiva e cattive pratiche di pesca. Il bilancio dello Iucn è pesante. In Australia tre specie di rettili sono dichiarate estinte con tanto di mistero: non è chiaro il motivo, che potrebbe essere l'arrivo di una formica invasiva o un'improvvisa epidemia.

IL PERICOLO DELLE RETI DA POSTA. Non è ancora scomparso, ma potrebbe esserlo a breve, il delfino del Mekong o di Irrawaddy, noto anche come orcella, che vive in poche località asiatiche. Per questa specie l'organizzazione ha elevato lo status di minaccia da "vulnerabile" a "in pericolo" di estinzione, a causa di pratiche ittiche non sostenibili. Da giallo il bollino è diventato arancione. Sempre in Asia la stessa sorte tocca alla neofocena: la presenza di entrambe le specie si è dimezzata negli ultimi decenni. La loro "colpa"? Prediligere acque poco profonde vicine alle riva, cosa che le rende molto vulnerabili alle attività umane, in particolare alla pesca con reti da posta in cui rimangono impigliate.

OPOSSUM E PATATE DOLCI A RISCHIO. Se dal sudest asiatico ci si sposta in Australia, siccità e caldo minacciano il Ngwayir. Si tratta di una specie di opossum, che da "vulnerabile" è considerato "in pericolo critico". Per lui è bollino rosso: negli ultimi 10 anni la popolazione è crollata dell'80%. Ma a rischiare la scomparsa non sono solo gli animali. Diverse varietà selvatiche di colture - tra cui riso, frumento e patate dolci - sono entrate per la prima volta nella "lista rossa". La loro perdita, secondo gli esperti, causerebbe un danno incalcolabile. Le specie selvatiche aiutano infatti a mantenere la diversità genetica delle colture, elemento chiave per riuscire ad adattarsi al cambiamento climatico.

BUONE NOTIZIE DAI KIWI. Le buone notizie scarseggiano e arrivano solo dalla Nuova Zelanda, dove migliorano le prospettive di sopravvivenza per due specie di kiwi, grazie agli sforzi di conservazione messi in atto. Ma in generale la pressione dell'uomo sulla natura sta aumentando. Troppo, tanto che risultano minacciate anche specie un tempo abbondanti come le antilopi africane e i frassini nordamericani. Esseri viventi che fino a pochi decenni fa mai avremmo considerato a rischio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso