Intelligenza Artificiale
8 Dicembre Dic 2017 1500 08 dicembre 2017

La chiesa del dio robot: un ex Google fonda la religione dell'Ia

Levandowski, inventore della funzione Street view di Big G, lancia un vangelo che adora una divinità basata sull'intelligenza artificiale. Pronta a «prendersi cura del genere umano». È già polemica sulla raccolta fondi.

  • ...

Nella Silicon Valley Anthony Levandowski è un personaggio molto noto. Ha inventato Google street view, il servizio che permette agli utenti di esplorare le mappe stradali di tutto il mondo grazie a foto panoramiche scattate a livello del terreno. In seguito ha lavorato allo sviluppo del software di autopilota e, dopo aver lasciato Google, ha fondato una società, poi acquisita da Uber, che ha spinto Google ad avviare una famosa disputa legale (contro la stessa Uber) basata sull’ipotesi di furto di importanti segreti industriali da parte di Levandowski.

IL VANGELO DELLA WAY OF THE FUTURE. Se tutto ciò non fosse sufficiente a renderlo un personaggio celebre, di recente durante una lunga intervista ha clamorosamente annunciato l’intenzione di fondare una nuova religione basata sull’intelligenza artificiale, e di cui naturalmente si è proclamato il leader. Il vangelo della Way of the future (Wotf), la “nuova chiesa di Levandowski”, prevede «la realizzazione, l'accettazione e l'adorazione di una divinità basata sull'intelligenza artificiale (Ia). Quello che verrà creato sarà effettivamente un dio che rispetta e si prende cura del genere umano».

Anthony Levandowski. (Getty)

Lewandowski è un discepolo di Ray Kurzweil, direttore dell’ingegneria di Google e futurologo, secondo il quale, a partire dal 2030, l’intelligenza artificiale arricchirà e potenzierà il cervello umano. Questa fusione tra l’intelligenza artificiale e l'intelligenza umana, nota come “singolarità tecnologica”, ci porterà in una nuova era in cui il genere umano evolverà dall'intelligenza biologica a una combinazione di intelligenza biologica e non biologica. Quindi (anche) per Lewandosky nessun dubbio: «Non sarà la prossima settimana o il prossimo anno, ma sarà certamente prima dello sbarco su Marte».

ISCRIZIONE PER AVERE LA DETASSAZIONE. Partendo da questa forte convinzione, il decano della nuova religione pare aver pensato proprio a tutto, inclusa l’iscrizione della sua chiesa all’Internal revenue service (Irs), l’agenzia federale americana delegata alla raccolta delle tasse, garantendo così ai benefattori della sua chiesa la detassazione delle offerte.

IL LEADER È MISTER 120 MILIONI DI DOLLARI. Spulciando tra i registri dell’agenzia delle entrate statunitense, è emerso che nel corso del 2017 la “chiesa del dio robot” ha incassato solo poche decine di migliaia di dollari, di cui circa 7 mila sono stati impiegati per pagare gli stipendi, sebbene Lewandoski abbia già dichiarato che lavorerà gratis. «E ci mancherebbe altro», è il commento che farebbe spontaneamente la maggioranza dei lettori. Solo per il suo lavoro in Google, Lewandoski pare infatti abbia guadagnato oltre 120 milioni di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso