Zuckerberg testimonierà al Congresso Usa
9 Aprile Apr 2018 1857 09 aprile 2018

Cambridge Analytica, le scuse di Zuckerberg davanti al Congresso

Diffuse in anteprima le parole contenute nella testimonianza con cui il Ceo e fondatore di Facebook sottolineerà le proprie responsabilità nell'esplosione dello scandalo.

  • ...

Mark Zuckerberg ha intenzione di presentarsi il 10 aprile in audizione al Congresso Usa, sottolineando in primo luogo la sua personale responsabilità negli errori commessi nel caso Cambridge Analytica. È quanto emerge dalla testimonianza di apertura dell'audizione da poco diffusa. «È stato un mio errore e mi scuso. Ho fondato Facebook, lo gestisco e sono responsabile per ciò che vi accade», si legge nella testimonianza di Zuckerberg.

ATTESA PER LE PROSSIME INIZIATIVE. L'audizione di Zuckerberg avrà inizio presso la commissione Commercio del Senato e proseguirà il giorno successivo alla commissione Commercio della Camera. I media Usa hanno diffuso il testo della testimonianza con cui il fondatore di Facebook intende aprire il suo intervento, che parte dall'ammissione di aver commesso errori, con le relative scuse e assunzione di responsabilità, per proseguire con un dettagliato resoconto dal punto di vista del Ceo di Facbook su come si è giunti a questo punto, sia sul fronte del caso Cambridge Analytica sia su quello delle interferenze russe nelle elezioni Usa. Per entrambi i capitoli, Zuckerberg procederà illustrando punto per punto come Facebook intende intervenire da ora in avanti.

Intanto, Facebook ha annunciato la sospensione di Cubeyou dalla propria piattaforma: si tratta di una società basata a New York che analizza dati sui consumatori e sulla quale, in seguito ad un'inchiesta della Cnbc, emerge l'ipotesi che abbia raccolto informazioni sottoforma di ricerca accademica in collaborazione con l'università di Cambridge, un caso che evoca lo scandalo di Cambridge Analytica. «Se rifiutano o non superano il nostro controllo, le loro app saranno bandite da Facebook», ha detto alla Cnbc Ime Archibong, vicepresidente per la partnership nei prodotti. Cubeyou, società che offre «conoscenze veloci, facili e accurate sui consumatori», ha raccolto alcuni dei suoi dati tramite quiz Facebook sviluppati in collaborazione con l'Università di Cambridge, con cui sostiene di aver lavorato dal 2013 al 2015. Quiz con la liberatoria che le informazioni raccolte sono destinate a «ricerche accademiche non profit».

PROFILO PSICOMETRICO DEGLI UTENTI. Stando alla Cnbc, la società ha usato una app chiamata 'You Are What You Like' - con lo slogan un test di personalità con un click - per raccogliere dati dagli utenti e tracciare un loro profilo psicometrico. Agli utenti veniva detto che l'app era stata sviluppata con il centro psicometrico di Cambridge, in collaborazione con Cubeyou. La Cnbc ha interpellato il fondatore di Cubeyou, Federico Treu, nome italiano e indicato come di base a New York, il quale ha affermato che l'azienda ha lavorato con l'Università di Cambridge soltanto dal dicembre 2013 al maggio 2015 e che dal giugno 2015 non ha più accesso ai dati degli utenti che hanno condotto il quiz offerto dalla app.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso