Dai che è verde

Deambrosis
DAI CHE È VERDE 14 Marzo Mar 2017 0800 14 marzo 2017

Genitori gay, consolatevi: più di voi sono discriminati gli over 55

Assolti dall'accusa di abbandono di minore, eppure separati dalla figlia. Il caso dei coniugi Deambrosis ci ricorda che sarebbe il caso di rivedere i colori delle famiglie arcobaleno. E aggiungere il grigio.

  • ...

Per i primi tre anni di vita di mia figlia, ogni volta che le facevo lo shampoo l'isolato risuonava di strazianti grida infantili. Mi aspettavo da un momento all'altro che la polizia, allertata dai vicini, mi piombasse in casa. Forse il mio vicinato era composto di sordi o di sadici, perché nessuno ha mai allertato i poliziotti, a differenza della vicina dei coniugi Deambrosis, i "genitori-nonni" di Casale Monferrato (nota bene: la signora Gabriella divenne madre a 57 anni, solo tre in più di Gianna Nannini quando ebbe la sua Penelope. Andate a dire «mamma-nonna» alla Nannini e vedete).

TRE VITE DEVASTATE CON UNA TELEFONATA. Se quel giorno del 2010 la vicina non fosse stata appostata dietro le tendine con il telefono in mano, papà Luigi sarebbe tornato dalla cucina con il biberon per la sua bimba che piangeva in auto e non sarebbe mai partita l'accusa di abbandono di minore che, seppur caduta, ha distrutto una famiglia. Nessuno strapperà a Olindo e Rosa, gli autori della strage di Erba, il titolo di Peggiori Vicini Possibili, ma la vicina dei Deambrosis, che con una semplice telefonata ha devastato la vita di tre persone, merita sicuramente una menzione speciale.

AGGIUNGIAMO IL GRIGIO ALL'ARCOBALENO. Per inciso: amici gay, se in Italia c'è qualcuno ancora più discriminato di voi nel suo diritto alla genitorialità, sono gli etero over 55. Ai sette colori delle "famiglie arcobaleno" forse bisognerebbe aggiungere il grigio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati