Cannabis 140214182717
6 Giugno Giu 2017 1414 06 giugno 2017

Droga, Italia seconda in Europa per consumo di cannabis tra i giovani

La quota è del 19% nella fascia d'età tra i 15 e i 34 anni. Prima di noi soltanto la Francia. Il nostro Paese quarto per uso di oppioidi ad alto rischio, ottavo per il consumo di cocaina. Il mercato continentale vale 24 miliardi di euro l'anno.

  • ...

Con il 19% di prevalenza di consumo nella fascia d'età tra i 15 e i 34 anni, l'Italia è il secondo Paese in Europa per l'uso di cannabis tra i giovani. Prima di noi, nella fascia d'età considerata, soltanto la Francia (22,1%). I dati sono relativi al 2015 ed emergono dall'ultimo rapporto dell'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, appena pubblicato. Il nostro Paese è quarto per il consumo di oppiodi al alto rischio (5,2%), ottavo per l'uso di cocaina (1,8%). A Spagna, Italia e Regno Unito è inoltre riconducibile il 74% di tutte le richieste di trattamento per dipendenza da cocaina in Europa.

OLTRE 93 MILIONI DI EUROPEI HANNO PROVATO ALMENO UNA DORGA. L'impatto del problema della droga, secondo l'Osservatorio, «continua a rappresentare una sfida significativa per le società europee». Oltre 93 milioni di europei hanno provato una sostanza illecita almeno una volta nella vita e i decessi per overdose continuano ad aumentare per il terzo anno di seguito. Nel 2015 si sono registrati infatti 8.441 decessi, soprattutto per eroina e altri oppioidi (+6% sul 2014). In Italia, al contrario, questo numero è in calo: 7,8 morti per milione di abitanti, contro una media europea di 20,3.

SCOPERTI 25 NUOVI OPPIODI SINTETICI. Il mercato europeo della droga vale 24 miliardi di euro l'anno. Tra il 2009 e il 2016, inoltre, sono stati individuati 25 nuovi oppioidi sintetici, estremamente potenti, che imitano gli effetti di eroina e morfina e stanno diventando una minaccia crescente per la salute. Pur rappresentando una piccola quota di mercato, sempre più fonti riferiscono della comparsa di queste sostanze e dei danni che causano, fra cui morti e intossicazioni.

FACILI DA NASCONDERE E TRASPORTARE. Per produrre molte migliaia di dosi da strada di oppioidi sintetici, sono sufficienti piccole quantità: facili da nascondere e trasportare, rappresentano una sfida per le agenzie di controllo antidroga, oltre ad essere un prodotto potenzialmente attraente per la criminalità organizzata. Tali oppiodi sono disponibili principalmente sotto forma di polveri, compresse e capsule, ma esistono anche in forma liquida e come spray nasale. In particolare i fentanili, varie volte più potenti dell'eroina, hanno pesato per oltre il 60% dei 600 sequestri di nuovi oppioidi sintetici riportati nel 2015.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati