Motori 30 Giugno Giu 2014 1001 30 giugno 2014

Come rifare il certificato di proprietà dell'auto

Capita che al momento della vendita dell’auto non si trovi più il certificato di proprietà, quello che una volta chiamavamo foglio complementare. Purtroppo senza questo “pezzo di carta” non si potrà procedere alla vendita o all’acquisto. Richiederlo è facile e normalmente sarà la stessa agenzia che provvede alla pratica di “passaggio” a farne richiesta

  • ...

certificato di proprietà Capita che al momento della vendita dell’auto non si trovi più il certificato di proprietà, quello che una volta chiamavamo foglio complementare. Purtroppo senza questo “pezzo di carta” non si potrà procedere alla vendita o all’acquisto. Richiederlo è facile e normalmente sarà la stessa agenzia che provvede alla pratica di “passaggio” a farne richiesta. I tempi non sono lunghi e dipendono dalla solerzia dell’agenzia stessa. Volendo il certificato si può avere in un paio di giorni. Qualora si opti per la richiesta personale, ci si dovrà recare presso gli uffici locali della motorizzazione in particolare il PRA oppure in una delegazione ACI autorizzata. Cosa ci servirà per fare richiesta ? In caso di smarrimento è necessario l’originale della denuncia di smarrimento o copia conforme oppure, in caso di deterioramento, il documento originale da sostituire. Servirà anche, debitamente compilato, il modello NP3B scaricabile dal sito ACI. Sarà necessario esibire un documento d’identità valido. E' necessario recarsi presso l’ ufficio provinciale ACI - Pubblico registro automobilistico. La richiesta può essere presentata dall’ intestatario del certificato o una persona munita di delega (in questo caso servirà comunque copia del documento d’identità del proprietario). Il costo è di 7,44 Euro, nel caso di richiesta di duplicato per deterioramento sono dovuti anche ulteriori 43,86 euro di Imposta di bollo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso