Germania Sch Rrle 140701005505
OTTAVI DI FINALE 30 Giugno Giu 2014 2350 30 giugno 2014

Mondiale 2014, Germania-Algeria 2-1

Algeria battuta 2-1 nell'extra time. Gol fortunoso di Schürrle.

  • ...

L'abbraccio tra Mesut Özil (a sinistra) e André Schürrle: coi loro gol hanno trascinato la Germania ai quarti di finale.

Ha sudato sette camicie ma alla fine la Germania è approdata ai quarti del mondiale brasiliano. Per sfondare il muro dell'Algeria, tenuta in gara dalle prodezze dell'estremo difensore M'Bolhi, c'è voluta una prodezza dell'attaccante del Chelsea André Schürrle che ha segnato con un colpo di tacco nel primo tempo supplementare. Il 2-0 lo ha firmato Mesut Özil.
Esce a testa alta, anzi altissima, la formazione di Vahid che ha avuto l'ogoglio di salutare la manifestazione con la rete al 120' di Djabou su cross di Slimani.
La Germania ai quarti di finale affronterà la Francia di Didier Deschamps, che ha superato (anche lei non senza fatica) la Nigeria.
M'BOLHI DECISIVO. L'Algeria ha impegnato a fondo il 'National Mannschaft' con un primo tempo fatto di corsa e giocate di alta scuola tecnica, contribuendo quindi alla spettacolarità di una partita che non ha mai annoiato gli spettatori che, nonostante i 15 gradi di temperatura, hanno riempito lo stadio 'garibaldino' dell'Internacional di Porto Alegre. La squadra di Löw ha avuto il merito di crederci fino in fondo, l'Algeria è invece vistosamente calata dopo un'ora di gioco (nel primo tempo aveva praticamente dominato), perché non poteva reggere a quei ritmi, ma ha comunque tenuto botta, grazie all'ottimo difensore Halliche e alle parate del portiere M'Bolhi, decisivo in almeno tre circostanze, come quando, al 42' ha respinto prima un tiro di Kross e poi il successivo tap-in di Goetze (uno dei peggiori della Germania) o come al 10' della ripresa, quando è volato sul bolide dalla distanza di Lahm, solito motorino inesauribile.
Ancora M'Bolhi in evidenza al 35', quando ha respinto un colpo di testa a botta sicura di Muller, dopo il cross di Khedira.
SCHÜRRLE SFONDA IL MURO. È stato poi Belkalem a respingere sulla linea la successiva conclusione di Schürrle. Proprio l'attaccante del Chelsea è stato l'uomo decisivo dei tedeschi, dando la svolta al match con il suo gol all'inizio dei supplementari e assestando quindi una botta micidiale agli algerini, che in precedenza, nei minuti finali dei tempi regolamentari erano riusciti in ogni modo a resistere perfino quando il possesso palla della Germania era arrivato all'84%. Ma va detto che, dall'altra parte, anche Neuer ha fatto la sua parte, con tre uscite spericolate dalla sua area, una delle quali per respingere con un colpo di testa, dato che i suoi avevano lasciato la difesa sguarnita. Alla fine è venuta fuori la maggiore esperienza dei tedeschi, la loro forza fisica e 'indistruttibilità'.
ALGERIA FUORI A TESTA ALTA. Alla rete di Schürrle, che pur colpendo male sul cross di Muller era riuscito a superare il 'muro' della porta algerina, si è aggiunto il gol del 2-0 di Özil, con il bel tiro di sinistro dopo una respinta sulla linea degli algerini, ma l'immediata replica dei nordafricani, con Djabou su cross di Slimani è arrivata nei secondi finali, quando non c'era più tempo per tentare l'impresa di riagguantare il pari. Così l'Algeria esce a testa alta dai Mondiali: avrebbe meritato anche lei di passare il turno ed è stata sicuramente la migliore di tutte le rappresentanti africane. Quanto alla Germania, ora se la vedrà il 4 luglio al Maracanà contro la Francia, un big-match in salsa carioca assolutamente da non perdere.

L'attaccante dell'Algeria Islam Slimani dopo il fischio finale (©Ansa).

Tabellino

Germania-Algeria: 2-1 dts (0-0 al 90')

Marcatori: Schürrle (G) al 2' del p.t.s; Özil (G) al 14', Djabou (A) al 16' s.t.s.
GERMANIA (4-1-4-1). Neuer; Mustafi (dal 24' s.t. Khedira), Mertesacker, Boateng, Howedes; Lahm; Özil, Schweinsteiger (dal 4' s.t.s Kramer), Kroos, Goetze (dal 1' s.t. Schürrle); Muller.
A disposizione. Zieler, Weidenfeller, Grosskreutz, Ginter, Podolski, Klose, Draxler, Durm.
Allenatore. Löw.
ALGERIA (5-4-1). M'Bolhi; Mandi, Mostefa, Belkalem, Halliche (dal 6' p.t.s Bougherra), Ghoulam; Lacen, Feghouli, Taider (dal 32' s.t. Brahimi), Soudani (dal 9' p.ts. Djabou); Slimani.
A disposizione. Mohamed, Medjani, Mesbah, Yebda, Ghilas, Bentaleb, Zemmamouche, Mahrez.
Allenatore. Halilhodzic.
ARBITRO: Ricci (Brasile).
NOTE. Angoli: 11-4 per la Germania. Ammoniti: Halliche (A), Lahm (G) per gioco scorretto Spettatori: 47 mila. Recupero: 1' e 4'; 0' e 2'.

Correlati

Potresti esserti perso