Alfano 140626114806
VIOLENZA NEGLI STADI 3 Luglio Lug 2014 1350 03 luglio 2014

Ultrà, il Viminale: «Contro i violenti estrema durezza»

Alfano ai vertici dello sport: nuove norme.

  • ...

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Estrema durezza «nei confronti di quei violenti che rovinano il calcio e la sua immagine». Questa la linea emersa dalla riunione del Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica, riunitosi il 3 luglio al Viminale, presieduto dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano. Oltre ai capi delle forze di polizia e dei servizi, hanno partecipato anche i vertici dello sport. Il governo, è stato annunciato, ha allo studio degli «appositi strumenti normativi».
In vista dell'avvio della prossima stagione calcistica, ha informato il Viminale, il comitato ha condiviso l'esigenza di una strategia comune con i rappresentanti degli organismi calcistici professionistici circa gli ulteriori strumenti diretti a rafforzare l'attività di prevenzione e di contrasto dei fenomeni di violenza e illegalità connessi agli eventi sportivi.
ALLO STUDIO NUOVI PROVVEDIMENTI. Ciò potrebbe avvenire anche con appositi provvedimenti normativi allo studio del governo. Di questi provvedimenti si parlerà nel dettaglio nei prossimi giorni anche con i rappresentanti delle società e del mondo dello sport. Nel corso della riunione sono stati esaminati anche i risultati della 'task force per la sicurezza sportiva' che ha consentito, da un lato, di elaborare un pacchetto di misure volto a favorire l'accesso alle manifestazioni calcistiche, anche attraverso la semplificazione delle procedure di acquisto di biglietti di ingresso e, dall'altro, di perfezionare le misure di contrasto degli episodi di violenza. I rappresentanti del mondo sportivo hanno espresso apprezzamento per il metodo di lavoro introdotto dal ministro dell'Interno Alfano, che ha il suo punto di forza nella condivisione delle iniziative con gli organismi sportivi.
DASPO RAFFORZATO. «Vogliamo aggredire l'argomento», ha spiegato al termine dell'incontro, Malagò, «i campionati iniziano a fine agosto. La morte di Ciro ha creato un'ulteriore accelerazione». Pronto un rafforzamento del Daspo (fino a 8 anni), l'introduzione di quello di gruppo e probabilmente il divieto delle trasferte. Almeno per i tifosi della Roma che potrebbero restare a casa un anno per evitare le vendette dei partenopei. Toccherà poi alle società recepire le direttive della task force creata da Alfano a novembre: settorializzazione delle curve, potenziamento della figura degli steward e semplificazione nella vendita dei biglietti per riportare le famiglie allo stadio.

Correlati

Potresti esserti perso