Svizzera 140709162318
SPORT 9 Luglio Lug 2014 1604 09 luglio 2014

Mondiale di calcio, le sconfitte più nette

Dal 7-1 di Italia-Usa nel '34 al 7-5 di Austria-Svizzera, record di reti.

  • ...

Per trovare una sconfitta pesante, nella storia della Seleçao, come quella subita per mano della Germania nella semifinale del Mondiale 2014, bisogna andare indietro di quasi 100 anni.
Era il 18 settembre del 1920, si giocava la Coppa America e a far piangere il Brasile ci pensò l’Uruguay: 6-0 e tutti a casa.
Il 7-1 incassato a Belo Horizonte, ribattezzato Mineirazo, fa più male, soprattutto per le circostanze in cui è maturato, davanti a un pubblico di casa che da quattro anni cullava sogni di gloria. Eppure non è un record, nella lunga storia della Coppa del mondo, dove in più di un’occasione si sono visti risultati tennistici e quasi sempre a danno di squadre provenienti da Paesi privi - o comunque carenti - di cultura calcistica.

Povera Cuba: 0-8 dalla Svezia nell'unica apparizione in un Mondiale

È il caso di Cuba, al Mondiale francese del 1938, 8-0 dalla Svezia nell’unica edizione in cui la nazionale caraibica prese parte alla fase finale.
Come in Brasile-Germania, anche in quell’occasione, quattro degli otto gol arrivarono in meno di 10 minuti.
L'ALTRO 7-1? IN ITALIA-USA DEL 1934. Quattro anni prima, nel 1934, l’Italia esordì agli ottavi di finale contro gli Stati Uniti con un memorabile 7-1 (unico precedente, prima del Mineirazo, in un match a eliminazione diretta). Era il primo atto della doppietta della Nazionale di Vittorio Pozzo, che avrebbe portato a casa la Coppa Rimet per due Mondiali consecutivi, per la gioia degli italiani e della propaganda fascista.
Il bolognese Angelo Schiavio segnò tre reti (solo Paolo Rossi contro il Brasile, nel 1982, sarebbe riuscito a eguagliarlo) e Raimundo Orsi due, con Giovanni Ferrari e Peppino Meazza che completarono l'opera nella partita che fu il biglietto da visita dell’Italia campione.
ANNI 50, LO STRAPOTERE DI URUGUAY E UNGHERIA. La maggior parte delle goleade mondiali sono avvenute negli Anni 50, quando la competizione ripartì dopo la dolorosa pausa della guerra diventando la vetrina di due squadre che sarebbero presto entrate nella leggenda: Uruguay e Ungheria.
La Celeste di Juan Alberto Schiaffino, Oscar Míguez e Obdulio Varela travolse la Bolivia per 8-0 nel 1950, l’anno del famoso Maracanazo (come viene definita la finale vinta contro il Brasile al Maracanà, lo stadio più rappresentativo del Paese) e la Scozia per 7-0 al Mondiale 1954, dove fu fermata in semifinale proprio dalla grande Ungheria.

Puskás & co: lezione ai tedeschi (8-3) prima della beffa in finale

La mitica nazionale magiara di Ferenc Puskás e Sándor Kocsis, generazione di campioni che con il suo gioco offensivo precorse il calcio totale olandese, umiliò nei gironi con il punteggio di 9-0 la malcapitata Corea del Sud e di 8-3 la Germania Ovest, che però in finale si sarebbe presa la rivincita (3-2).
L’Ungheria possiede anche il record di gol segnati in una partita, 10, contro El Salvador (10-1) nella fase a gruppi di Spagna 1982.
LE GOLEADE DELLA GERMANIA OVEST. Altre due goleade risalgono al 1974, anno del Mondiale in Germania Ovest, vinto dai padroni di casa. Nove a zero tra Yugoslavia e Zaire, con la squadra africana che rischiò di prenderne almeno altri quattro, se non fosse stato per pali, traverse ed errori degli azzurri di Dragan Dzajic.
Lo Zaire, che perse le tre partite preliminari subendo 14 gol, viene ricordato anche per il gesto di Ilunga Mwepu, il difensore che con uno scatto lasciò la barriera, mentre il brasiliano Rivelino si apprestava a calciare una punizione dal limite, e puntò dritto la palla calciandola lontano.
IL RECORD DI RETI: SVIZZERA-AUSTRIA 5-7. Il 7-0 tra Polonia e Haiti chiuse il conto delle partite senza storia di quel Mondiale, proprio quell’Haiti con cui l’Italia vinse la sua unica partita (3-1) prima di tornare a casa alla fine della fase a gironi. Esattamente come in occasione di Brasile 2014.
Molto più recenti le ultime due disfatte da ricordare: Germania-Arabia Saudita 8-0 nel 2002 e Portogallo-Corea del Nord 7-0 al Mondiale sudafricano di quattro anni fa.
Il record assoluto di gol in una partita è il 7-5 rifilato dall'Austria alla Svizzera, nei quarti di finale del 1954. Anche in quel caso, come il Brasile oggi, gli elvetici rappresentavano la nazione ospitante.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso