Motori 13 Luglio Lug 2014 1145 13 luglio 2014

Servotronic cos'è e come funziona

Esistono tre tipi di “sterzo” montati su auto di serie, frutto dell’evoluzione dell’originale sterzo meccanico puro. I progettisti intuirono che lo sterzo meccanico restava troppo scomodo specialmente a velocità ridotte e da fermo. Molti che hanno la mia età ricordano gli autisti del camion e autobus mentre facevano uno sforzo notevole per sterzare in particolare per le manovre. Questo accadeva anche su auto di grossa cilindrata come vecchie Lancia o Mercedes. Vediamo di chiarire meglio l’evoluzione partendo dai tre tipi attualmente in uso, tralasciando quello meccanico appena citato.

  • ...

schema di servotronic Esistono tre tipi di “sterzo” montati su auto di serie, frutto dell’evoluzione  dell’originale  sterzo meccanico puro. I progettisti intuirono che lo sterzo meccanico restava troppo scomodo specialmente a velocità ridotte e da fermo. Molti che hanno la mia età ricordano gli autisti del camion e autobus mentre facevano uno sforzo notevole per sterzare in particolare per le manovre. Questo accadeva anche su auto di grossa cilindrata come vecchie Lancia o Mercedes. Vediamo di chiarire meglio l’evoluzione partendo dai tre tipi attualmente in uso, tralasciando quello meccanico appena citato. Sterzo normale: Idraulico, con servo assistenza fissa, è il più semplice e sfrutta la pressione idraulica per attuare la sterzata, non ha regolazioni ed il funzionamento e indipendente dalla velocità. Indubbiamente un gran passo avanti anche se a velocità elevate presenta delle difficoltà di controllo. Servotronic: Idraulico, con servo assistenza variabile; nelle fasi di manovra o a bassa velocità ha una servo assistenza maggiore rispetto al normale, a velocità medie rimane molto simile, mentre al crescere della velocità (sopra i 120-130 km/h) si indurisce un po' rispetto allo sterzo normale. A velocità elevata potrebbe risultare troppo leggero. Sterzo Dinamico (Dynamic Steering): Molto simile al  Servotronic, con la differenza che permette la demoltiplica dello sterzo in considerazione della velocità. A basse velocità è più preciso e morbido, diventa progressivamente più duro e diretto con l'aumentare della velocità. Permette inoltre regolazioni diverse, per esempio tipo: Sport, viaggio, bagnato. La differenza fra il servosterzo normale ed il servotronic è apparentemente minima, ma si avverte chiaramente in manovra e sotto i 50 - 60 km/h risulta più morbido. Qualora si debba scegliere se averlo o no la risposta è “assolutamente si” dato che anche la spesa aggiuntiva è normalmente minima Infine, lo sterzo dinamico non ha un costo bassissimo, pero in termini di guida rispetto ai due precedenti segna un ulteriore miglioramento. La demoltiplica variabile “trasforma” la guida, l'auto sembra molto piu' agile chè in configurazione normale, anche con servotronic. Per concludere ribadiamo il concetto che la configurazione dell’auto deve essere basata sull’uso e riteniamo che la scelta debba dipendere sempre da considerazioni ragionate e ponderate, ergo montare uno sterzo dinamico per fare 50 km al giorno magari in città è inutile, basta quello idraulico. A voi la scelta

Articoli Correlati

Potresti esserti perso