Pirlo Allegri 140716164220
CALCIO 16 Luglio Lug 2014 1518 16 luglio 2014

Juventus, Allegri: «Qui per far meglio di Conte»

Il nuovo tecnico si presenta: «Vincerò lo scetticismo».

  • ...

A poche ore dall'addio choc di Antonio Conte la Juventus ha presentato il suo sostituto: Massimiliano Allegri.
L'ex tecnico del Milan, che ha firmato un biennale da due milioni all'anno più bonus, ha parlato nel corso della conferenza stampa di presentazione allo Juventus Stadium, mercoledì 15 luglio.

«CAPISCO LO SCETTICISMO». «Capisco lo scetticismo dei tifosi, in un giorno hanno cambiato allenatore, li conquisterò con lavoro, rispetto e risultati. Proverò a migliorare quanto fatto da Conte negli ultimi tre anni», sono state le prime, emozionate, parole dell'allenatore toscano.

Fuori dallo stadio un gruppo di sostenitori bianconeri inneggiava con cori e striscioni ad Antonio Conte.

Tifosi durante la conferenza stampa di Allegri all'esterno dello Juventus Stadium. (Ansa)

«UN FULMINE A CIEL SERENO». «Quando mi hanno telefonato per chiedermi la disponibilità di allenare la Juve», ha proseguito Allegri, «è stato un fulmine a ciel sereno. Sono felice e onorato. So dello scetticismo dei tifosi e lo capisco visto il rapido cambio, ma io sono qui per proseguire e migliorare la striscia vincente».

«OTTIMO RAPPORTO CON PIRLO». Toni distensivi nei confronti di Andrea Pirlo, che il neoallenatore bianconero ritrova dopo il traumatico addio al Milan del regista rossonero. «Con lui ho un ottimo rapporto», ha spiegato, «non ci sono mai stati problemi e mai ho messo in discussione le sue qualità, anche perché sarei stato un matto. Sono fortunato a ritrovarlo dopo tre anni».

MAROTTA: «VIDAL? CONTENTI DI TENERLO». Di mercato ha parlato il direttore generale della Juve, Beppe Marotta: «Vidal è il futuro della Juventus e non è mai stato messo in vendita. Ce lo teniamo ben stretto».
Nessuna cessione in vista? «Si è detto felice di continuare alla Juve e non siamo contenti di tenerlo».

«ITURBE, LA TRATTATIVA SI È FERMATA». Iturbe però sembra essere a un passo dalla Roma: «È un giocatore importante e di valore, abbiamo avuto confronti con il Verona, ma in seguito al cambiamento repentino della conduzione tecnica, anche i nostri obiettivi sono cambiati e la cosa si è fermata. Ora i nostri obiettivi sono differenti», ha spiegato Marotta.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso