Motori 18 Luglio Lug 2014 1000 18 luglio 2014

Seat Ibiza, 30 anni e 4 generazioni

La compatta spagnola è stata lanciata nel 1984. Oggi è arrivata alla quarta generazione. Ecco la sua storia.

  • ...

Dinamica e ambiziosa proprio come la Spagna degli anni Ottanta, Seat Ibiza ha debuttato nel 1984 . Nel 2014, nel panorama automotive, c'è una ricorrenza importante da celebrare. Seat Ibiza, una delle compatte più sportive in commercio, festeggia i suoi primi trenta anni di carriera. La segmento B spagnola ha debuttato infatti sul mercato nel 1984 presentandosi come una vettura dinamica e ambiziosa, simbolo perfetto della Spagna degli anni Ottanta. A distanza di tre decenni, attraverso quattro generazioni e numerosi restyling, si è affermata come il modello più venduto del marchio iberico. Giornale Motori ha ripercorso la sua storia. TRA FIAT E VOLKSWAGEN. La genesi della Ibiza è avvenuta in un periodo decisamente travagliato per Seat: è stata sviluppata in quando il marchio era ancora controllato da Fiat, ma lanciata sul mercato dopo l'acquisizione da parte del gruppo Volkswagen. La prima serie, presentata al Salone di Parigi e con compito di sostituire la Fura, non a caso era stata realizzata sul pianale della Seat Ronda, versione iberica della Fiat Ritmo e le sue linee, disegnate da Giorgetto Giugiaro, riprendevano quelle dell'italianissima Uno. L'unico tocco tedesco sotto al cofano, con i motori a marchiati system Porsche, a sottolineare la mano della casa di Stoccarda nello sviluppo. La prima generazione è stata un discreto successo, soprattutto grazie al buon rapporto tra abitabilità e dimensioni esterne, ed in considerazione del prezzo, nonostante la scarsa affidabilità. Il primo facelift della carriera è arrivato per Ibiza nel 1990 e, sulla stessa base, ne è stata realizzata una versione a tre volumi, la Malaga.

La storia della Seat Ibiza in una foto: a destra la versione attuale frutto del restyling del 2012. IN CONTINUA EVOLUZIONE. La seconda generazione è arrivata nel 1993: in questo caso, la vettura ha condiviso piattaforma, motori e parte degli interni con la Polo. Anch'essa molto longeva, è rimasta in produzione fino al 2002 e, ad oggi, può essere considerata la generazione dell'affermazione internazionale della Ibiza, con oltre 1,5 milioni di unità vendute. Merito delle linee più arrotondate e dolci rispetto al passato, ed in continua evoluzione, visti i due restyling a cui è stata sottoposta nel 1996 e nel 1999. E di nuovo ne è stata proposta la versione con la coda, chiamata Cordoba. La terza serie è arrivata nel 2002 ed è andata in pensione nel 2009, dopo circa 1,2 milioni di esemplari usciti dallo stabilimento spagnolo di Martorell e da quello slovacco di Bratislava. A caratterizzarla, durante tutta la carriera, ancora le le forme arrotondate, tipiche del family feeling Seat dei primi anni Duemila. Che con la quarta generazione, però, hanno lasciato spazio a tagli netti e forme spigolose. Nel 2012 un nuovo facelift, poi, ha reso il frontale della Ibiza, simile a quello della Exeo, ancora più aggressivo. In generale, le quattro generazioni distinte di questo modello hanno sempre vantato uno spirito giovane e sportivo, esaltato nella versione Cupra, nata dai successi ottenuti dalla Seat nel Campionato Mondiale di Rally. CINQUE MILIONI DI ESEMPLARI. Nel 2014, Seat Ibiza festeggia i suoi primi trenta anni ed è prossima a tagliare il traguardo dei cinque milioni di esemplari venduti. Per celebrare la ricorrenza, il marchio iberico ne ha rinnovato la gamma, introducendo quest'anno un nuovo propulsore 1.2 TSI sovralimentato da 86 Cv, ma anche lievi modifiche al look. Tra cui uno speciale logo commemorativo nella parte bassa del lunotto, che campeggia poi anche nella chiave di apertura della vettura. In più, Seat ha realizzato anche un video celebrativo che vede tutte e quattro le generazioni della Ibiza “sfidarsi” sullo storico circuito spagnolo di Sitges-Terramar, creato nel 1923 per il gran premio di Spagna ed oggi in stato di abbandono. Nella galleria di Giornale Motori, l'evoluzione della Seat Ibiza, dal 1984 ad oggi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso