Motori 25 Luglio Lug 2014 1332 25 luglio 2014

Come montare un paraolio

Il paraolio ha nel motore, la funzione di impedire entrata ed uscita di aria durante le fasi di aspirazione e compressione del cilindro. Si tratta di un componente semplice ma che ha una funzione molto importante. Essendo sollecitato dall’albero motore tende a consumarsi e perdere la sua capacità di contenimento, ergo deve o debbono essere sostituiti. La sostituzione del paraolio o di entrambi è una operazione molto frequente per coloro che hanno un motorino o uno scooter che non sia molto sofisticato.

  • ...

Paraolio Il paraolio ha nel motore, la funzione di impedire l'entrata e l'uscita di aria durante le fasi di aspirazione e compressione del cilindro. Si tratta di un componente semplice ma che ha una funzione molto importante. Essendo sollecitato dall’albero motore tende a consumarsi e perdere la sua capacità di contenimento, ergo deve o debbono essere sostituiti. La sostituzione del paraolio o di entrambi è una operazione molto frequente per coloro che hanno un motorino o uno scooter che non sia molto sofisticato. Normalmente i paraoli sono montati sia sul lato esterno dell’albero che su quello interno. Per quello esterno, lato volano, l’operazione è facile e vi basterà smontare i carter esterni per trovarvi davanti al paraolio. Rimuovete la ghiera ad espansione di fermo e facendo molta attenzione procedete a rimuovere il paraolio da sostituire. Se dovete forzare usate un cacciavite ma agite solo sul paraolio da rimuovere facendo molta attenzione a non danneggiare altri componenti. Rimontate quello nuovo lubrificando con olio o grasso, spingete il nuovo a fondo in sede e rimontate la ghiera di blocco. Nel caso dobbiate sostituire anche il paraolio lato frizione, cioè quello interno, dovrete rimuovere il motore e procedere alla stessa maniera sopra descritta. In questo caso l’operazione è più lunga ed avrete bisogno di un posto tranquillo e di qualche attrezzo in più. Fate sempre molta attenzione a non forzare o danneggiare componenti vari, considerate che i carter e le sedi in alluminio sono facilmente danneggiabili e di non facile riparazione. Quindi pazienza e magari se trovate un disegno del motore magari in proiezione “esplosa” vedrete che sarà tutto più facile.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso