Maradona 140604162631
BATTAGLIA 1 Agosto Ago 2014 1409 01 agosto 2014

Maradona-Equitalia, sospesa mora di 39 mln

Esecutività interrotta fino al giudizio di merito previsto il 9 settembre.

  • ...

Diego Armando Maradona.

La Commissione tributaria di Napoli ha sospeso, fino all'esito del giudizio di merito, l'esecutività dell'avviso di mora per oltre 39 milioni di euro notificato da Equitalia Sud a Diego Armando Maradona. L'udienza per il giudizio di merito è fissata al 9 ottobre prossimo.
SOSPESO PIGNORAMENTO. Per il Pibe de oro si tratta del secondo gol messo a segno in poche settimane nella battaglia contro il fisco italiano. A maggio Equitalia, dando esecuzione a un provvedimento della commissione tributaria provinciale, aveva dovuto sospendere le azioni di pignoramento verso terzi in relazione al credito vantato nei confronti di Maradona, bloccando quindi la possibilità di agire sulle somme riscosse in Italia dal Pibe, ad esempio per sponsorizzazioni o partecipazione a eventi.
Ora la nuova ordinanza della commissione (12esima sezione, presidente Luigi Capuozzo) ha bloccato, in attesa del giudizio di merito, qualsiasi azione di riscossione, diretta o indiretta, per gli oltre 39 milioni di euro che il fisco chiede all'ex fuoriclasse.
I LEGALI DEL PIBE SODDISFATTI. Soddisfatti i difensori di Maradona - Angelo Pisani, Angelo Scala, Massimiliano Toriello ed Enrico Carlomagno - che avevano presentato ricorso alla commissione tributaria chiedendo appunto di sospendere l'esecutività dell'avviso di mora notificato a Maradona il 18 ottobre 2013 a Milano, città dove il calciatore si era recato per partecipare alla trasmissione di Fabio Fazio Che tempo che fa: durante il programma, parlando del contenzioso con il fisco italiano, si esibì nel gesto dell'ombrello.
«Ora basta polemiche, devono vincere la verità e la giustizia. Dobbiamo essere grati», ha commentato l'avvocato Pisani, «a una magistratura tributaria coraggiosa, preparata e attenta come quella partenopea, cui si deve questo risultato».
EQUITALIA: «NOSTRO OPERATO LEGITTIMO». Da parte sua, Equitalia ha così commentato: «La decisione della commissione tributaria di Napoli ribadisce la legittimità dell'accertamento e dell'operato di Equitalia nei confronti di Maradona e conferma il suo debito con lo Stato italiano». E a ancora: «Le notizie circolate in queste ore attengono a un singolo procedimento rispetto al quale il giudizio è ancora in corso».

Correlati

Potresti esserti perso