Motori 5 Agosto Ago 2014 1149 05 agosto 2014

Assicurazione auto scelta massimali

In tema di polizze assicurative è bene prestare molta attenzione a tutte le componenti e condizioni, che sarebbe meglio conoscere nei dettagli, per evitare spiacevoli sorprese sul costo del premio assicurativo.

  • ...

Il massimale è il livello massimo di risarcimento previsto, che può essere stabilito con la compagnia, variando il costo del premio assicurativo. In tema di polizze assicurative è bene prestare molta attenzione a tutte le componenti e condizioni, che sarebbe meglio conoscere nei dettagli, per evitare spiacevoli sorprese sul costo del premio assicurativo. Una delle questioni che va affrontata con attenzione è la scelta dei massimali. Innanzitutto il massimale corrisponde al livello massimo che può essere risarcito per i danni provocati a terze persone. Oltre questo livello l'assicurato dovrà rispondere in prima persona e risarcire di tasca propria per i danni generati. Per questo motivo bisogna effettuare una scelta ben ponderata quando si stabiliscono accordi con la compagnia assicurativa, perché alzando il premio assicurativo, ad esempio, si può evitare questa evenienze sconveniente. Per legge, la compagnia assicurativa può garantire un massimale minimo di 750 mila euro, per merito di una legge risalente al 1969. Allo stato attuale questa cifra stabilita non basta più a coprire i danni che vengono generati da sinistri, a causa anche dell'aumento dell'inflazione e caro vita nei decenni. Soprattutto in caso di incidenti gravi, con feriti o morti, e conseguenze serie, il risarcimento è molto elevato; più precisamente, è proporzionale al reddito di cui la persona infortunata è stata privata, e può essere quindi anche molto ingente. Oggi i massimali minimi sono di 1 milione di euro per i danni alle cose e di 5 milioni di euro per i danni arrecati alle persone. In Italia il massimale previsto per legge è uno dei più bassi in tutta l'Europa.

Correlati

Potresti esserti perso