Motori 6 Agosto Ago 2014 1340 06 agosto 2014

Come usare CARD per sinistro stradale

A partire dal 1° febbraio 2007 è stata introdotta la procedura CARD (Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto) a sostituzione del CID (Convenzione Indennizzo Diretto)

  • ...

In caso di sinistro stradale, si può ricorrere alla procedura CARD. A partire dal 1° febbraio 2007 è stata introdotta la procedura CARD (Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto) a sostituzione del CID (Convenzione Indennizzo Diretto), vale a dire la constatazione amichevole delle due parti coinvolte in un sinistro automobilistico. La CARD permette all’assicurato – danneggiato e non responsabile o parzialmente responsabile – di richiedere l’indennizzo direttamente alla propria agenzia assicuratrice. Per poter usufruire della procedura CARD occorre che vi siano i seguenti  presupposti:

  • La propria compagnia assicuratrice sia convenzionata CARD e operativa in Italia;
  • L’incidente sia uno scontro diretto tra due vetture senza coinvolgimento di terze vetture danneggiate;
  • L’incidente sia accaduto e gli assicurati coinvolti siano residenti in Italia, Repubblica di San Marino o Città del Vaticano;
  • Vi sia danno al veicolo o alle persone o cose trasportate;
  • Che le lesioni del conducente non siano superiori al 9% (lesioni micro permanenti).
Come funziona la CARD La persona danneggiata (proprietario o conducente) che si ritiene – in tutto o in parte - non responsabile del sinistro deve inviare richiesta di risarcimento alla propria compagnia assicuratrice secondo i termini contrattuali previsti (raccomandata, consegna a mano, telegramma, fax, e-mail). La richiesta di risarcimento deve contenere i dati degli assicurati, le targhe dei veicoli coinvolti, i nomi delle rispettive compagnie, la descrizione e le modalità del sinistro, le generalità di eventuali testimoni e l’indicazione dell’intervento eventuale della polizia, data, luogo e ora per la perizia delle cose danneggiate. In caso di lesioni al conducente occorre inoltre allegare o indicare attività e reddito, l’entità delle lesioni, il certificato medico comprovante l’avvenuta guarigione senza postumi permanenti. In caso di incidente avvenuto durante l’orario di lavoro occorre allegare la dichiarazione di aver diritto a prestazioni gestite da assicurazioni sociali obbligatorie. Inoltre, è importante allegare il “Modulo Blu” o C.A.I. (constatazione amichevole di Incidente) per la denuncia del sinistro. I tempi previsti per l’ottenimento del rimborso, affinché la Compagnia faccia una stima e conseguentemente una congrua offerta, sono i seguenti:
  • 60 giorni;
  • 30 giorni (nel caso in cui il Modulo Blu sia stato firmato da entrambi i conducenti coinvolti);
  • 90 giorni (in caso di lesioni personali).
I tempi possono essere prorogati nel caso in cui la documentazione non sia completa. Entro 30 giorni dalla richiesta, l’assicurazione può chiedere chiarimenti e integrazioni.

Correlati

Potresti esserti perso