Motori 7 Agosto Ago 2014 1450 07 agosto 2014

Come convertire auto post-vendita a gas

Trasformare la propria auto adattandola al funzionamento a gas è ormai una prassi consolidata ed ampiamente diffusa. Gli impianti hanno raggiunto un livello tecnologico e di sicurezza tale da garantire da ogni possibile malfunzionamento.

  • ...

gas ...gpl o metano? Trasformare la propria auto adattandola al funzionamento a gas è ormai una prassi consolidata ed ampiamente diffusa. Gli impianti hanno raggiunto un livello tecnologico e di sicurezza tale da garantire da ogni possibile malfunzionamento. I prezzi si sono ridotti ed inoltre sono molte le case produttrici che offrono sconti e condizioni di finanziamento a sostegno dei proprietari d’auto. Dal punto di vista tecnico,quindi, non ci sono problemi ed in massimo due giorni avrete l’auto con la nuova alimentazione,inoltre i nuovi serbatoi “toroidali”, cioè quelli che si posizionano al posto della ruota di scorta, hanno eliminato il vecchio problema degli ingombri eccessivi. Gli impianti sono garantiti dall’installatore e questo può essere l’unico problema in caso di garanzia della casa madre produttrice del mezzo. Molti installatori hanno il “riconoscimento” di certificazione, ma questo non garantisce completamente in caso di richiesta di servizio in garanzia, ergo informatevi prima di procedere. Riguardo ai costi/benefici il prezzo del GPL è molto più basso rispetto alla benzina e del gasolio. Tuttavia, il consumo aumenta del 20-30% con un lievissimo calo delle prestazioni,  inavvertibile sui moderni motori ad iniezione. Si arriva ad un calo di prestazioni del 20% per i motori a carburatore. Per contro, con il GPL, il funzionamento del motore è più regolare con una minima contaminazione dell'olio dopo migliaia di km. Il metano assicura consumi più bassi rispetto al GPL con un calo di prestazioni, soprattutto in accelerazione e ripresa, anche se bisogna sempre considerare cosa si chieda alla propria auto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso