Motori 8 Agosto Ago 2014 1157 08 agosto 2014

Esenzione bollo auto invalidi Regione Sicilia

Per le regioni a Statuto Speciale come Sicilia, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, le competenze in materia di tasse automobilistiche – a partire dal 1° gennaio 1999 - sono state trasferite per legge alle Regioni

  • ...
In Sicilia, la richiesta per l'esenzione bollo auto disabili si inoltre presso l'Agenzia delle entrate o gli uffici tributi della Regione Per le regioni a Statuto Speciale come Sicilia, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, le competenze in materia di tasse automobilistiche – a partire dal 1° gennaio 1999 - sono state trasferite per legge alle Regioni e provincie Autonome le quali possono affidare a terzi l’attività di riscossione e controllo delle imposte. Per la Sicilia tali funzioni sono svolte dal Ministero delle Finanze tramite l’Agenzia delle entrate locale oppure all’Ufficio Tributi della Regione o, infine, ci si può rivolgere a:

Regione Sicilia – Assessorato Regionale alle Infrastrutture e della mobilità dei trasporti

Servizio motorizzazione Civile: Via Fonderia Oretea, 52 – Palermo

Come per legge (449/97) l’esenzione può essere richiesta per le seguenti tipologie di disabilità:
  • Disabilità che comporta ridotte o impedite capacità motorie con veicolo necessariamente dotato di adattamento tecnico;
  • Disabilità con patologia o pluriamputazioni che comportano gravi limitazioni deambulatorie, il veicolo non necessita di adattamenti tecnici;
  • Disabilità mentale o psichica con riconoscimento di indennità di accompagnamento senza necessità di adattamento tecnico per il veicolo;
  • Disabilità per cecità (assoluta o ipovedenti con residuo visivo non superiore a 1/10) o sordomutismo (dalla nascita o prima dell’apprendimento della lingua parlata). Il veicolo non necessita adattamenti tecnici.
I documenti da allegare – entro 90 giorni dalla scadenza del termine di pagamento dell’ultimo bollo non esentato – per l’ottenimento dell’esenzione sono:
  • certificazione attestante la condizione di disabilità (per non vedenti e sordomuti, certificato di invalidità rilasciato da commissione medica pubblica; per i disabili psichici e i disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o pluriamputati, verbale di accertamento dell'handicap emesso dalla Commissione medica presso l'ASL dal quale risulti che il soggetto si trova in situazione di handicap ovvero la sussistenza delle condizioni di cui all'art. 3 comma 3 della L. 104/92 art. 4);
Per i veicoli adattati è richiesto anche: fotocopia della patente di guida speciale: non è necessario per i soggetti che non sono in grado di guidare; fotocopia della carta di circolazione, dalla quale risulta l'adattamento del veicolo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso