Motori 16 Agosto Ago 2014 1221 16 agosto 2014

Cilindri auto disattivazione come funziona

la gestione attiva dei cilindri (ACT) per motori TSI a quattro cilindri, permette la disattivazione del secondo e del terzo cilindro in condizioni di basso carico riducendo i consumi nel ciclo combinato di circa 0,4 l/100 km.

  • ...

Disattivazione cilindri ...e risparmio La gestione attiva dei cilindri (ACT) per motori TSI a quattro cilindri, permette la disattivazione del secondo e del terzo cilindro in condizioni di basso carico riducendo i consumi nel ciclo combinato di circa 0,4 l/100 km. A basse velocità per esempio 50 km/h viaggiando in terza o in quarta marcia il risparmio che si può ottenere raggiunge un litro ogni 100 chilometri. Guidando a 70 km/h con la quinta marcia inserita i consumi sono circa 0,7 litri in meno per 100 km. In caso di necessità, come per un sorpasso,.se il guidatore preme energicamente il pedale dell’acceleratore, i cilindri 2 e 3 si riattivano automaticamente.Comunque anche con 2 cilindri il motore TSI funziona con la stessa silenziosità e non si avvertono vibrazioni spurie. Il cambio di regime è praticamente istantaneo e le diverse fasi si svolgono senza soluzione di continuità. Grazie ad un sensore dell’acceleratore e alla centralina con software di monitoraggio, il sistema è capace di rilevare profili di guida “irregolari”, per esempio durante la guida sportiva su strade secondarie. In questi casi la disattivazione non interviene. I componenti dell’ACT sono molto leggeri e pesano circa tre chilogrammi, e tutti gli attuatori sono integrati nella testata cilindri. Il sistema per ora è possibile solo su motori benzina TSI a iniezione diretta con sovralimentazione a turbocompressore. Nel caso di motori a iniezione ci sarebbero complicazioni nel ricambio dei gas, la combustione e trattamento finale dei gas di scarico.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso