Motori 19 Agosto Ago 2014 1849 19 agosto 2014

Auto sequestrata cosa fare

Il sequestro di un’autovettura viene disposto per violazioni amministrative e per violazioni penali

  • ...

vettura sottoposta a sequestro con sigilli Il sequestro di un’autovettura viene disposto per violazioni amministrative (circolazione senza carta di circolazione o senza copertura assicurativa o senza patente perché ritirata o sospesa, violazione delle norme di trasporto, guida senza istruttore con patente in corso di validità) e per violazioni penali (guida in stato di ebbrezza, sotto l’effetto di stupefacenti, senza patente o colti in flagranza di violazione di gare di velocità su strada). Il sequestro amministrativo di un veicolo è disciplinato dall’art. 213 del CDS e con esso si sottrae la disponibilità del mezzo, mentre il fermo amministrativo del veicolo è disciplinato dall’art. 214 del CDS ed è una sanzione accessoria che sottrae la disponibilità del mezzo. Il sequestro o fermo dovuto a circostanze penali è disciplinato dall’art. 224 ter del CDS. Cosa fare in caso di sequestro amministrativo del veicolo Al momento della contestazione vengono redatti due verbali: uno di accertamento e l’altro di sequestro o fermo. Il veicolo viene affidato al proprietario o altro nominato custode con l’obbligo di depositare il veicolo, a proprie spese, in luogo non di passaggio pubblico (box, parcheggio condominiale) e il documento di circolazione viene trattenuto. Quando non è possibile affidare il veicolo al proprietario o altro soggetto obbligato, il veicolo viene affidato a un custode autorizzato, ma se il proprietario entro dieci giorni dalla notifica non assume la custodia del veicolo, quest’ultimo sarà immediatamente trasferito in proprietà al custode acquirente. Ai sensi del’art. 203 del CDS è ammesso il ricorso al Prefetto entro 60 giorni dalla notifica del verbale o in alternativa al Giudice di Pace del luogo in cui è stata commessa la violazione entro 30 giorni dalla contestazione. Se il ricorso è accolto e la violazione risulta infondata, il Prefetto estingue la sanzione e impone la restituzione del mezzo all’avente diritto. Se, invece, il ricorso non è accettato il dissequestro può avvenire solo al termine del provvedimento giudiziario. In caso di sequestro o fermo conseguente a violazioni di natura penale, il ricorso è ammesso esclusivamente al Giudice di Pace del luogo in cui è stata commessa l’infrazione entro 30 giorni dalla notifica. In caso di sequestro per assenza di copertura assicurativa Premesso quanto sopra, il proprietario può decidere di effettuare il ricorso oppure richiedere entro 30 giorni dalla contestazione la demolizione del veicolo con conseguente riduzione della sanzione amministrativa oppure richiedere il dissequestro dopo aver “sanato” la violazione:

  • effettuando il pagamento della sanzione in misura ridotta (entro 60 giorni dalla violazione);
  • corrispondendo il premio assicurativo dovuto per almeno 6 mesi;
  • pagando le spese di recupero e custodia.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso