Mario Balotelli 140821212147
CALCIOMERCATO 21 Agosto Ago 2014 2130 21 agosto 2014

Balotelli, addio al Milan: accordo col Liverpool

L'attaccante torna in Premier League.

  • ...

Mario Balotelli si porterà via i suoi 30 gol in 54 partite con il Milan nel viaggio di trasferimento al Liverpool. Anche se manca l'ufficialità della cessione (è attesa per venerdì 22 agosto), il Milan l'ha già scaricato: il Diavolo l'ha venduto ai Reds per 20 milioni di euro, incassando praticamente quanto (bonus esclusi) a inizio 2013 il club rossonero aveva versato al Manchester City.
IL SALUTO AI COMPAGNI. L'attaccante nel frattempo s'è portato avanti: giovedì 21 agosto ha salutato i compagni a Milanello («Questo è il mio ultimo allenamento al Milan», ha detto Balotelli al gruppo) e poi s'è ritirato nella sua abitazione bresciana, per riposarsi prima delle visite mediche già fissate per venerdì 22 agosto.
ADDIO DOPO 600 GIORNI. Il Milan era la squadra che tifava da bambino: la sua avventura in rossonero è, però, durata meno di 600 giorni. Ora potrà ancora seguire il Diavolo, ma dalla Premier league, che lo riaccoglie dopo averlo visto sulla sponda degli sceicchi di Manchester.
BALO, NIENTE PRESTITO. Per riempire il vuoto lasciato da Luìs Suarez, il Liverpool aveva inizialmente provato invano a ingaggiare Falcao, Edinson Cavani e Karim Benzema, ma alla fine ha puntato su Balotelli.
Gli inglesi avevano proposto un prestito con diritto di riscatto e una clausola per rispedirlo al mittente in caso di comportamenti turbolenti.
RAIOLA IN INGHILTERRA. Ma in meno di 24 ore è arrivata l'intesa per la cessione a titolo definitivo: ora si attende solo che il procuratore di Balotelli, Mino Raiola, definisca quella fra il giocatore e il nuovo club. E per definire gli ultimi dettagli il manager è volato in Inghilterra.
CONTRATTO DA 5,8 MLN. Per l'ormai ex Milan s'è parlato di un contratto da 5,8 milioni di euro all'anno (2 in più dell'attuale ingaggio) per quattro stagioni, che gli consentirà di giocare la Champions League: cifre e motivazioni per le quali l'attaccante era impaziente di cambiare aria. E se la firma dovesse arrivare entro venerdì 22 agosto, Balotelli potrebbe essere già protagonista di una sfida col passato contro il Manchester City.

Trattativa iniziata martedì coi colloqui tra Raiola e il giocatore

Mario Balotelli con la maglia del Milan.

L'addio al Milan per l'attaccante era tuttavia nell'aria già dall'inizio della settimana. Saltata l'amichevole con il Valencia, ufficialmente per un'influenza, Balotelli aveva incontrato a Milanello Raiola e l'avvocato Rigo. Finché ha deciso di salutare tutti.
Durante tutto l'allenamento di scarico, Balotelli non ha lesinato sorrisi e battute. «Sarai contento, ora giocherai di più», ha scherzato con Gianpaolo Pazzini.
TENSIONI CON INZAGHI. Di sicuro più d'uno a Milanello sperava che la trattativa con il Liverpool si chiudesse così.
Il feeling con il tecnico Filippo Inzaghi non era mai decollato e, secondo quanto trapelava da Milanello, al ritorno dal deludente Mondiale in Brasile, l'attaccante azzurro non avrebbe brillato per intensità negli allenamenti. Ora per SuperMario c'è un'altra occasione per rinascere.
MILAN SU MARTINEZ. Intanto l'amministratore delegato Adriano Galliani, incassati i milioni dei Reds, è già alla caccia di una punta centrale per sostituire Balotelli. In pole c'è Jackson Martinez del Porto: il Diavolo ha avviato i contatti con il club lusitano e punta al prestito con diritto di riscatto, aggirando la clausola rescissoria di oltre 30 milioni di euro. Ma si parla anche di Hernandez del Manchester United, Soldado del Tottenham e Torres del Chelsea.
PRESSING PER CERCI. Ma il Milan deve ancora rimpolpare la rosa pure in altri reparti. Inzaghi vorrebbe un attaccante esterno come Alessio Cerci, e non è escluso che in extremis sarà accontentato.
A centrocampo, infine, è forte l'interesse per Rabiot, 19 anni, in scadenza di contratto a giugno con il Paris Saint Germain.
IL CAV VA A MILANELLO. In attesa di capire chi potrà arrivare alla corte del Diavolo, nel pomeriggio di venerdì 22 agosto toccherà al presidente Silvio Berlusconi caricare l'ambiente in vista del Trofeo Tim di sabato 23 agosto. Chissà che l'ex Cavaliere non riusca a far digerire ai tifosi l'addio di Balotelli.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso