Motori 22 Agosto Ago 2014 1307 22 agosto 2014

Come richiedere posto auto per invalidi

Le persone che hanno delle disabilità e con capacità di deambulazione alquanto ridotta hanno diritto ad ottenere, previa visita medica che accerti l’esistenza di questa specifica condizione, il famoso “contrassegno invalidi” o detto anche comunemente “contrassegno arancione” (art. 381 DPR n. 495/1992). In seguito la medesima possibilità è stata concessa ai non vedenti (e questo per mezzo del DPR 503/1996 art. 12 comma 3).

  • ...

Posto auto riservato agli invalidi Le persone che hanno delle disabilità e con capacità di deambulazione alquanto ridotta hanno diritto ad ottenere, previa visita medica che accerti l’esistenza di questa specifica condizione, il famoso “contrassegno invalidi” o detto anche comunemente “contrassegno arancione” (art. 381 DPR n. 495/1992). In seguito la medesima possibilità è stata concessa ai non vedenti (e questo per mezzo del DPR 503/1996 art. 12 comma 3). Per ottenere il rilascio del contrassegno invalidi è necessario:

  • Richiedere un’apposita certificazione medica all’Azienda Sanitaria Locale. Tutto questo si fa prenotando una specifica visita dall’Ufficiale Sanitario (vengono esonerati da tale visita coloro che sono in possesso di certificato rilasciato dalla Commissione d’Invalidità, dove sia barrata la voce di ciechi totali o invalidi al 100%. Cioè: impossibilità a deambulare senza l’aiuto permanente di una persona accompagnatrice);
  • Occorre presentare domanda su di un apposito modulo. E tutto ciò al proprio Comune, bisogna allegare la documentazione medica rilasciata dall'Ufficiale Sanitario o la fotocopia del certificato rilasciato dalla specifica Commissione d’Invalidità.
Quasi subito verrà rilasciato il contrassegno invalidi, tale documento ha la validità di 5 anni. Per il rinnovo sarà sufficiente recarsi nuovamente in Comune con il vecchio contrassegno e allegare un certificato rilasciato dal medico di base, in cui venga dichiarata la permanenza dell’invalidità.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso