Gabriel Omar Batistuta 140828135902
RIVELAZIONI 28 Agosto Ago 2014 1403 28 agosto 2014

Batistuta: «Chiesi al medico di tagliarmi le gambe»

La confessione: «Dolori atroci».

  • ...

Gabriel Omar Batistuta.

È una brutta storia quella di Gabriel Omar Batistuta. Dalla quale, tuttavia, l'ex centravanti viola riuscito è a risollevarsi, al punto da confessare a una tivù argentina tutte le sue sofferenze, in un misto di sollievo e commozione.
Da tempo si vociferava dei problemi alle gambe che tormentavano il bomber argentino, che ha ora deciso di rivelare in pubblico le proprie atroci sofferenze, tanto forti da averlo spinto al pensiero dell'amputazione.
«CHIESI AL MEDICO L'AMPUTAZIONE». «Provavo un dolore talmente forte alle gambe che chiesi al mio medico di tagliarmele», ha confessato Batigol a Tyc Sports, descrivendo i momenti più difficili dopo il suo ritiro dal calcio. «Sentivo tanto male che non riuscivo nemmeno ad alzarmi dal letto e mi facevo la pipì addosso. Adesso sto meglio, ma c'è voluto molto tempo».
«VIDI PISTORIUS E CI PENSAI SU». Nove anni sono trascorsi dal ritiro di Batistuta. Da allora, fortunatamente, molte cose sono cambiate. Bati ha ripreso una vita normale, gioca a golf ed è tornato anche a calciare il pallone. «Dopo aver smesso col calcio», ha spiegato visibilmente commosso, «nel giro di poco tempo praticamente mi ero trovato nell'incapacità di camminare. Il male alle caviglie era insopportabile. Vidi Pistorius e mi dissi che quella era la soluzione».
«MI DISSE CHE ERO PAZZO». Ma il medico non volle, «mi disse che ero pazzo, mi operò alle caviglia destra, ma la situazione non migliorò immediatmente. Il mio problema era che non avevo praticamente più cartilagini e tendini, da quanto si erano consumati: i miei 86 chili si appoggiavano sulle ossa e questo mi faceva morire dal male. Poi, pian piano, la situazione è migliorata».
Un passato che il Re Leone si è ormai lasciato alle spalle. Ora Batistuta è attivo nel mondo del calcio con un incarico al seguito della nazionale argentina: «Ammetto che la ripresa è stata lunga e faticosa, ma adesso sto bene e sono tornato anche a tirare calci a un pallone».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso