Motori 28 Agosto Ago 2014 1151 28 agosto 2014

Quanto aumenta il bollo se non pagato

Il bollo dell’auto - o più propriamente “tassa di proprietà” - è un’imposta variabile che si calcola sulla potenza del veicolo espressa in kilowattora e che si paga a cadenza annuale entro il mese successivo a quello di scadenza; se si paga il bollo entro 14 giorni dall’ultimo giorno utile, la mora è contenuta entro il regime di meccanismo agevolativo con ravvedimento operoso.

  • ...

le sanzioni per il mancato pagamento del bollo aumentano proporzionalmente con l'aumentare dei giorni di ritardo Il bollo dell’auto - o più propriamente “tassa di proprietà” - è un’imposta variabile che si calcola sulla potenza del veicolo espressa in kilowattora e che si paga a cadenza annuale entro il mese successivo a quello di scadenza; se si paga il bollo entro 14 giorni dall’ultimo giorno utile, la mora è contenuta entro il regime di meccanismo agevolativo con ravvedimento operoso. Superate le due settimane, le more e le sanzioni si inaspriscono:

  • entro 14 giorni, sanzione dello 0,2% dell'importo iniziale per ogni giorno in più rispetto alla data prefissata per il rinnovo;
  • entro 30 giorni, sanzione del +3% del costo annuale della tassa a cui vanno aggiunti gli interessi giornalieri (2,5% su base annua);
  • dopo 30 giorni, al costo iniziale della tassa si aggiunge un +3,75%  e gli interessi giornalieri per il numero di giorni effettivi di ritardo;
  • dopo  1 anno, la sanzione ammonta a +30% del costo annuale e +1% per ogni semestre di ritardo;
  • dopo 3 anni, previo accertamento dell’ACI, il proprietario riceverà un avviso di pagamento che, se non sarà saldato, comporterà la cancellazione dal PRA dell’autoveicolo, con ritiro della targa e del libretto di circolazione. Per tornarne in possesso, il proprietario dovrà re-iscrivere il veicolo al PRA, versare i pagamenti arretrati del bollo e risolvere le questioni burocratiche.
Le sanzioni si applicano sempre, sia che il proprietario abbia ricevuto un avviso, sia che si metta in regola per iniziativa spontanea. Le ricevute del pagamento devono essere conservate  per almeno tre anni (consigliabile 5 anni). Le Regioni in cui si applicano delle sanzioni agevolate per i soli contribuenti virtuosi che non hanno mai avuto precedentemente problemi nel pagamento del bollo sono:
  • Piemonte (10% senza interessi moratori);
  • Veneto (10 % + 1% di interessi fissi per ogni semestre maturato);
  • Lombardia (sanzione del 30% senza interessi);
  • Provincia Autonoma di Trento (sanzione del 3% e interessi dell’1% per ogni semestre maturato).

Correlati

Potresti esserti perso